Mondo Inter

Marani: “A Barcellona grande Inter, con la Juventus non cederà”

Archiviata la delusione per la sconfitta di ieri contro il Barcellona, l’Inter è pronta a tuffarsi di nuovo nel campionato con la grande sfida di domenica contro la Juventus. Il punto di Matteo Marani dagli studi di Sky Sport

GRANDE INTER A BARCELLONA – «Ho visto una grande prestazione che non era scontata, visto che siamo vicini alla sfida con la Juventus che forse è più sentita in tutto l’ambiente. Ho visto un’Inter con altissima e grandissima concentrazione, che non trascura nulla, non lascia perdere nulla, i giocatori accorciano tutti in modo perfetto, ho visto ieri il lavoro di Sensi e Barella, come usciva de Vrij, il lavoro di sacrificio di Brozovic, che ha grande consistenza mettendo a disposizione il suo sacrificio nei momenti difficili. Ieri poi non aveva Lukaku ma davanti aveva due grandi giocatori come Lautaro e Sanchez e ieri Lautaro ci ha ricordato chi è, quel gol è cosa da pochi giocatori, ha chiuso bene ma è stato bello anche come lo ha costruito. Per fare quel gol devi avere grandissime doti atletiche e tecniche, ma anche la convinzione di poterlo fare, quindi devi essere forte dal punto di vista mentale».

QUANTO CONTA IL LAVORO DI CONTE – «Conte conta tanto perché ancora ieri sera ci ha fatto vedere la sua grinta, il suo sospingere, dà proprio l’idea di essere un dodicesimo in campo. Capisci che questa squadra risponde all’impulso dell’allenatore, un allenatore che ha in mano questa Inter, siamo ormai a 8 partite ufficiali e quindi possiamo parlare di un periodo, ha in mano l’Inter sia nelle singole partite che nella durata. Difficilmente abbiamo visto l’Inter così, aveva le famose amnesie, a un certo punto non si sapeva il perché ma qualcuno cedeva. Oggi c’è un allenatore aggressivo in senso positivo, che non permette di rilassarsi e anche i giocatori hanno più fame, perché devono conquistarsi il posto, alcune gerarchie sono state messe in discussione, poi hanno l’opportunità di vincere. Oggi l’Inter dà un senso di fame anche nei cambi, quindi è stata una prova molto confrontante al di là del risultato. Nella settimana di Inter-Juventus Conte ci ha ricordato che non sono ammesse distrazioni ed è un bel segnale di fiducia allo spogliatoio».

VERSO INTER-JUVENTUS – «Io credo che la preparazione sarà massima, se esiste un massimo di concentrazione questa partita lo rappresenta tutto. Questa partita penso sarà decisa da una giocata e in questo la Juve continua ad avere un repertorio più vaso, ha più ricchezza da questo punto di vista. La forza dell’Inter è di essere solida, squadra, dà la sensazione che il lavoro di Conte sia andato in profondità, è sceso dentro l’Inter, quindi l’Inter non cederà facilmente, dovrà giocare di squadra resistendo anche dal punto di vista dell’impatto emotivo. La Juventus però ha grandi risolutori e questo può fare la differenza».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale

Articoli correlati

Back to top button

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.