Malagò: “Stadi aperti? Interesse per tutti, o salta il banco. Ecco perché”

Articolo di
27 Agosto 2020, 21:18
Giovanni Malagò Giovanni Malagò
Condividi questo articolo

Giovanni Malagò, presidente del CONI, ha affrontato il delicato tema della riapertura degli stadi. Ecco la sua opinione.

TEMPOREGGIARE – Il tema degli stadi (ancora chiusi) è molto delicato: ne è consapevole anche Giovanni Malagò, A margine di un evento, il presidente del CONI ha espresso la sua opinione in merito. La nuova stagione è alle porte, ma ancora non si conoscono le direttive sulla presenza dei tifosi agli stadi. Al momento si stanno effettuando diversi esperimenti, come vedremo nella Supercoppa Europea. La sfida tra Bayern Monaco e Siviglia, in programma il 24 settembre 2020, vedrà uno stadio pieno al 30% della capienza. In Italia invece non si sa ancora nulla, nonostante le diverse pressioni di più ambienti. Ecco le parole di Malagò: «È inutile che facciamo gli ipocriti oppure i non conoscitori della materia. È normale che tutti i Presidenti di Regione, i governatori, hanno delle formidabili pressione da parte dei soggetti che devono organizzare eventi sportivi. In particolare quelli che ruotano attorno ai campionati di una certa importanza. Senza entrare in percentuali, è chiaro che tutti hanno interesse (a riaprire gli stadi, ndr) altrimenti salta il banco. Anche perché non solo viene meno lo spirito della competizione. Ma anche il minimo che consente a queste società di avere degli introiti sui quali fanno affidamento».




© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.