Lukaku simbolo dell’Inter che stenta contro le grandi – TS

Articolo di
10 Marzo 2020, 11:01
Lukaku
Condividi questo articolo

“Tuttosport” sottolinea come Lukaku sia il simbolo dell’Inter anche nell’accezione negativa. Il belga contro le grandi sparisce.

INTER COME LUKAKU – Un altro zero nella casella punti conquistati in uno scontro diretto, un altro zero nella colonna dei gol segnati da Romelu Lukaku contro una delle prime cinque in classifica del campionato. La sconfitta di domenica sera a Torino contro la Juventus ha certificato come l’Inter non sia ancora da scudetto – dando così ragione ad Antonio Conte che da avvio stagione va ripetendo come la sua squadra sia all’inizio di un processo – e forse non lo sia ancora il suo bomber. E’ come se le due cose andassero di pari passo: Inter e Lukaku schiacciasassi contro le medio-piccole e le “nobili” che stanno faticando in questa stagione (Napoli e Milan a cui il belga ha realizzato 4 gol in 3 gare di campionato), timida contendente contro Juventus e Lazio, ma anche Atalanta e Roma.

NUMERI NEGATIVI – Come già evidenziato dopo la gara con la Lazio, giocata da lui comunque discretamente, Lukaku anche contro la Juventus ha confermato di avere un problema realizzativo con le squadre che viaggiano in cima alla classifica. Caratteristica, negativa, emersa già in Inghilterra nei due anni vissuti col Manchester United quando in 18 gare contro le prime cinque in classifica (nel ’17-18 i Red Devils arrivarono secondi), “Big Rom” segnò solo un gol. In questa stagione il belga, devastante e decisivo per le sorti dell’Inter con i suoi 17 gol in Serie A (23 con le coppe), non è riuscito però a lasciare il segno nelle sfide importanti. Zero reti nelle sei partite disputate contro Juventus (2), Lazio (2), Atalanta e Roma; non bene neanche in Champions dove è risultato anonimo nelle due sfide col Borussia Dortmund (nella prima fu pure sostituito da Esposito) e quasi dannoso col Barcellona nell’ultima gara del girone, quando segnò sì il momentaneo 1-1, ma fallì due clamorose occasioni per il 2-1. Eloquenti, in questo senso, i numeri di Lukaku nelle due partite contro la Juventus: 14 palloni giocatori domenica sera (all’andata furono però 42), 1 tiro in porta (all’andata, zero al ritorno), 6 duelli vinti su 17 (0 su 6 a Torino), 2 palloni recuperati (a Milano) e 17 persi (13 all’andata).


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE