Lukaku e Lautaro Martinez funzionano, ma sono soli – CdS

Articolo di
12 Dicembre 2019, 10:29
Lautaro Martinez Lukaku
Condividi questo articolo

Il “Corriere dello Sport” sottolinea che Lukaku e Lautaro Martinez sono rimasti da soli. All’Inter mancano alternative in zona gol.

SEMPRE LORO – Se non segnano loro, non segna nessun altro. Gli ultimi 7 gol dell’Inter, infatti, portano la firma di Lukaku o di Lautaro. Volendo allargare il discorso, sono 8 degli ultimi 9, con unica eccezione il sigillo di De Vrij nel 3-0 in casa del Torino. Va così dall’ultima sosta. Significa che quella coppia è straordinaria e che, quasi sempre, riesce a fare la differenza. D’altro canto, però, finisce pure per essere un limite, perché non ci sono alternative. Probabilmente è una situazione contingente, perché nei primi mesi della stagione non era così. Non a caso, sono ben 11 i marcatori stagionali. Tuttavia, nel momento in cui gli infortuni hanno ridotto all’osso la rosa, costringendo Conte a scelte quasi sempre obbligate, tutto ha cominciato a ruotare attorno al tandem Lautaro-Lukaku.

LIMITI – In questo modo, però, può andare bene – vedi, ad esempio, la trasferta in casa dello Slavia Praga -, ma può anche andare male. E l’altra sera, con il Barcellona, se n’è avuta la dimostrazione. La squadra nerazzurra non era nelle condizioni di costruire gioco dal basso e così ha puntato su ripartenze, verticalizzazioni rapide, lanci lunghi e cambi di gioco. Era accaduto lo stesso anche con la Roma. E anche in quella gara, l’Inter era comunque riuscita a rendersi pericolosa, sfiorando più volte la rete. Ma solo perché i giallorossi avevano sbagliato una serie di uscite, su cui si erano avventati appunto Lautaro e Lukaku. Con il Barça, invece, la coppia interista ha approfittato delle mancanze dei difensori avversari, basti vedere come sul gol del bela, il Toro riesca a tenere palla nonostante avesse addosso ben 6 uomini.

MANCANO ALTERNATIVE – Quello che si costruisce, in un modo o nell’altro, deve però essere capitalizzato. Altrimenti, si va incontro alle delusioni. Beh, contro la squadra catalana, Lukaku ha mancato di suo 3 gol. Di contro, ha messo 2 volte i compagni nelle condizioni di battere a rete, ma Biraghi ha sparato su Neto il suo diagonale e D’Ambrosio, di testa, non è riuscito a inquadrare la porta. Insomma, l’ex United avrà le sue colpe, ma senza sostegno dei compagni in attacco, ad eccezione di Lautaro, non può nemmeno essere l’unico responsabile. Giusto per intendersi, per l’ultimo gol di un centrocampista nerazzurro, occorre andare indietro di un mese, al match con il Verona, quando furono Vecino e Barella a firmare il successo.


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE