L’Uefa decisa sulle coppe, Inter-Getafe si gioca a porte chiuse – CdS

Articolo di
10 Marzo 2020, 09:50
UEFA Europa League logo 2018-2021
Condividi questo articolo

Il “Corriere dello Sport” fa il punto della situazione sulle coppe europee. La Uefa fa giocare a porte chiuse, quindi Inter-Getafe non è in dubbio.

COPPE AVANTI – L’Uefa non fa passi indietro e ieri sera da Nyon è arrivatala comunicazione (informale) che le gare previste tra oggi e giovedì Champions e in Europa League si giocheranno. L’organismo direttivo del calcio europeo, però, sa che la situazione è delicata, che in alcuni Paesi (in Italia, ma anche in Francia e nella stessa Svizzera) le problematiche non mancano e che le società non hanno margine decisionale di fronte ai provvedimenti dei governi e delle Regioni. Sul lago Lemano il gruppo di lavoro che sta seguendo l’evoluzione del Coronavirus nelle varie nazioni, in stretto contatto con le Leghe e le Federazioni, spera che intanto sia possibile portare avanti il torneo, giocando a porte chiuse oppure, in subordine, in campo neutro. Se si arriverà a venerdì 20 senza saltare incontri e saranno completati sia gli ottavi di Champions sia di Europa League, poi ci saranno tre settimane di tempo prima di tornare in campo per i quarti delle due competizioni e nel quartier generale dell’Uefa c’è la speranza che la situazione migliori. Perché nessuno immagina che i due trofei non siano assegnati.

SITUAZIONE IN EVOLUZIONE – Il percorso che porterà alla finale di Champions del 30 maggio a Istanbul e a quella di Europa League del 27 maggio a Danzica, insomma, va avanti, ma anche a Nyon, dove le partite delle prossime 72 ore rimangono tutte in calendario, c’è apprensione. La giornata di ieri certo non ha dato una mano anche perché gli uomini di fiducia di Ceferin inevitabilmente faticano a fronteggiare le situazioni complicate che si stanno creando un po’ ovunque. Avevano già predisposto le porte chiuse per Valencia-Atalanta di stasera e per Inter-Getafe di giovedì, ma poi l’assenza dei tifosi è stata estesa ad altre gare e in Svizzera è arrivato il divieto di giocare.

EUROPEO DA SPOSTARE – In Italia la situazione è da valutare. I contatti ieri tra i vertici della Figc e quelli dell’Uefa si sono sprecati anche perché i nostri dirigenti hanno sottolineato la necessità di spostare avanti l’inizio di Euro 2020 per avere una settimana in più, dal 24 al 31 maggio, dove piazzare un paio di giornate in campionato da recuperare (le prossime due che salteranno con lo stop). Il tutto con la speranza che dal 3 aprile si riprenda a giocare, altrimenti… Il problema che ha adesso la Serie A in futuro potrebbe riguardare altre nazioni e, anche se Ceferin al momento non ha dato aperture, il dossier è sul suo tavolo. Oggi ci saranno nuovi contatti, ma siccome il testo del decreto del nostro Governo prevederà che in Italia si possano giocare le partite delle coppe europee a porte chiuse, il cammino di Juventus, Inter, Atalanta, Napoli e Roma al momento è salvo.


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE