Ljajić: “A me importa giocare con la Serbia, non l’inno”

Articolo di
10 ottobre 2015, 01:47

Nel corso di un’intervista al quotidiano serbo Večernje novosti, rilasciata mezz’ora dopo la fine della partita di giovedì sera contro l’Albania, l’attaccante dell’Inter e della Serbia Adem Ljajić ha parlato del suo rapporto con la nazionale e degli allenatori che ha avuto, tra cui l’attuale tecnico del Milan Siniša Mihajlović

NESSUN LITIGIO«La vittoria contro l’Albania ottenuta nei minuti di recupero è stata una grande ricompensa per lo sforzo che abbiamo fatto, preferisco l’assist per Kolarov al gol. Per me è stato un grande onore lavorare con i cinque commissari tecnici che ho avuto. Molte persone dicono che ho litigato con Siniša Mihajlović ma non è vero, lui aveva le sue regole e io le mie convinzioni, ammetto che forse ero un po’ immaturo e sono stato precipitoso con certe dichiarazioni e posizioni. Non voglio entrare nei dettagli della storia riguardante l’inno, so che i tifosi in Serbia sono interessati ma per me è importante essere di nuovo con la squadra e fare un calcio migliore».

Condividi questo articolo

Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer





ALTRE NOTIZIE