L’Inter in Europa non riesce a imporre il gioco, manca personalità – GdS

Articolo di
30 novembre 2018, 10:09

L’Inter nelle serate di Champions è diversa da quella che gioca in campionato. La “Gazzetta dello Sport” sottolinea l’assenza di personalità degli uomini di Spalletti.

NIENTE POSSESSO – Spalletti alla vigilia di Tottenham-Inter aveva chiesto un approccio giusto, coraggioso, per imporre il gioco senza accontentarsi del pareggio. Un concetto simile a quello già espresso prima della doppia sfida col Barcellona. Al netto del risultato e di avversari diersi, dal palcoscenico nerazzurro è venuta fuori sempre un’altra messa in scena rispetto all’immaginario dell’allenatore. Anche a Londra l’Inter non è riuscita a tenere il pallino del gioco, fermandosi al 48% di possesso.

MANCA PERSONALITA’ – L’Inter di Spalletti ha scelto, ancora di più in questa stagione, la filosofia del possesso palla. In Italia funziona, in Europa no. Certo pesa anche il confronto con gli avversari, in Champions certamente di livello superiore. Ma in qualche modo incide anche la mancanza di esperienza a certi livelli e un’assenza di personalità in alcuni protagonisti in campo che a Londra avrebbero spinto l’Inter a cercare il gol con maggiore insistenza piuttosto che mettersi a calcolare per lo 0-0.

DRIBBLING E TIRI – Non passi inosservato un altro dato: l’Inter è la squadra che in Champions ha concretizzato meno dribbling (22) e quella che ha la peggior percentuale realizzativa rispetto al totale dei tentativi (39,3%). Qualità e personalità, non si sono altre spiegazioni. Contro il PSV tra 12 giorni non potrà mancare nessuno di questi elementi.

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE