Lautaro Martinez, presente e futuro: solo Crespo meglio di lui – GdS

Articolo di
24 marzo 2019, 10:42
Lautaro Martinez

Lautaro Martinez continua a segnare e convincere. L’attaccante nerazzurro si gode il momento e i numeri che lo proiettano verso i grandi argentini del campionato italiano. Ecco quanto scritto dalla “Gazzetta dello Sport”

SICUREZZA –Lautaro ormai in questa Selección ha un posto quasi assicurato, anche per la Coppa America estiva. Con la maglia Albiceleste i gol sono 2, segnati nelle ultime 4 gare (5 complessive): il primo arrivò a ottobre, a 21 anni e 2 mesi scarsi di età. Più precoce di Higuain e Crespo (21 e 10) o di Batistuta (22 e 5), non solo di Icardi e Dybala che sono arrivati tardi all’esultanza con la nazionale”.

GOL – “Non è l’unica classifica in cui il Toro batte i «mostri sacri». A sottolineare quanto il suo impatto sul nostro campionato sia stato positivo c’è la frequenza delle reti. Segna una rete ogni 175’ (una ogni 164 se consideriamo anche le coppe): confrontando il dato con quello delle prime stagioni italiane di «monumenti» argentini negli ultimi 30 anni, il verdetto suona come qualcosa in più di una promozione”.

PARAGONI – “Considerando solo chi è arrivato in A giovane, sotto i 23 anni, il Toro ha fatto meglio di quasi tutti: lo batte solo Hernan Crespo, in rete ogni 173’. Differenza minima, come quella, in positivo, che lo piazza davanti persino a Batistuta. Staccati tutti gli altri, da Icardi a Zarate, da Balbo a Lavezzi, fino a Paulo Dybala, che nella sua prima stagione palermitana, peròa 19 anni, segnò appena 3 gol. Tutti questi, salvo forse Zarate, hanno fatto una invidiabile carriera. Presente e futuro, insomma, prendono forma”.

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE