Mondo Inter

Lapo De Carlo: “Tifosi Inter turbati, quella di Icardi è una vicenda ambigua”

Il direttore di Radio Milan Inter Lapo De Carlo, noto tifoso dell’Inter, ha fatto una lunga analisi sul mercato nerazzurro e soprattutto sullo spinoso caso Icardi dalle frequenze del programma radiofonico “Tutti Convocati”

TIFOSI INTER PERPLESSI“I tifosi dell’Inter si aspettavano il miglior dirigente e lo hanno, il miglior allenatore e lo hanno, si ritrovano con una proprietà ambiziosa che fa grandi proclami ma la montagna continua a partorire il topolino. Ci si ritrova con i buoni Barella, Sensi, Godin, ma anche con scommesse come Agoumé. Quello che dilania è l’incapacità di gestire situazioni che vanno avanti da mesi come Icardi e Nainggolan che sono stati liquidati così, a me è sempre stato insegnato che quando Marotta e soci erano alla Juventus il basso profilo era l’elemento cardine, invece vediamo questi casi Nainggolan e Icardi, Perisic che dopo una partita non va bene, poi salta anche Lukaku e non può esserci felicità nei tifosi”.

GUERRA DI RELIGIONE SU ICARDI“Non c’è dubbio che i tifosi dell’Inter hanno tutto il diritto di essere turbati, una squadra si discute e si ama e soprattutto per la vicenda Icardi siamo ai livelli di misticismo e guerre di religione tra tifosi che ancora non capiscono perché debba essere tenuto o mandato via. Qua è una questione di razionalità che Marotta conosce bene e forse sta sbrigando un po’ con l’accetta, ma è evidente che non sia né pazzo né suicida, quindi conosce bene i meccanismi che stanno impedendo all’Inter un mercato fluido. C’è anche la Juventus che sta facendo come il Bayern Monaco in Germania col Borussia Dortmund che viene disturbato e depredato impedendogli di diventare una rivale, l’asse Juve-Roma va letto anche in questo senso”.

VICENDA ICARDI AMBIGUA“La distanza tra i tifosi e Icardi si è ridotta da una parte ed è aumentata dall’altra. Se uno va a vedere le dichiarazioni pubbliche da un anno a questa parte si accorge che sono tante le cose non chiare, io avevo un atteggiamento duro nei confronti di Icardi, ma da quando gli è stata tolta la fascia ho cambiato atteggiamento e ho ragionato più da giornalista. Ho ricevuto dei pettegolezzi e indiscrezioni e la vicenda Icardi non è da buoni o cattivi, è piena di ambiguità. In questa ambiguità i tifosi o si schierano di pancia perché prima viene l’Inter, e lo capisco, ma altri ragionano e capiscono che l’Inter ha perso un bene preziosissimo e determinante. E’ vero che non c’è più il settlement con la Uefa, ma è anche vero che regali Nainggolan, dai via Icardi a una diretta concorrente, hai un giocatore come Perisic che hai svalutato, chiaro che c’è uno sgomento perché se fossero stati ceduti a giugno ricavando parecchi milioni oggi non ci sarebbe questa situazione, ma se te li trovi sul groppone ad agosto è ovvio che ci sia perplessità”.

LA POSIZIONE SU ICARDI “Io penso che ogni testata abbia una sua linea editoriale, ogni mattina mi diverto a leggere le indicazioni dei quotidiani ed è divertente vedere come c’è chi dice che va messo fuori e chi dice che deve essere salvato, anche l’opinione pubblica e i giornali sono divisi. Io credo che ci sia una posizione tra buonisti e cattivisti, i primi speravano o pensavano in una pace, ma i cattivisti non lo vogliono vedere nemmeno su un murale della Pinetina, è difficile prendere una posizione”.

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Place this code where you want the "Below the article_Feed" widget to render:
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh