La seconda vita di Candreva: rifiutò il Monaco, ora si è preso l’Inter – GdS

Articolo di
21 Aprile 2020, 09:15
Antonio Candreva Inter-Borussia Dortmund
Condividi questo articolo

Antonio Candreva è il simbolo della rivoluzione di Antonio Conte. L’Inter ha puntato forte su di lui dopo un’annata tragica con Spalletti. “La Gazzetta dello Sport” lo celebra in un pezzo dedicato alle seconde occasioni di questa Serie A

SECONDA VITA – Occasione è una parola che nel calcio è usata conmolta frequenza. E in fondo questo sport è un’eterna seconda chance: perdi una partita, ma ce n’è sempre un’altra in cui potersi rifare. Antonio Candreva ne è un esempio calzante. L’esterno dell’Inter nell’estate 2018 aveva rifiutato il trasferimento al Monaco, nel gennaio successivo aveva lui stesso pensato invece di lasciare la Pinetina. Poi il botto con Antonio Conte, l’allenatore per il quale aveva arato la fascia in Nazionale.

SIMBOLO – Con tecnico salentino, in nerazzurro era arrivato anche Valentino Lazaro, ma Candreva ha pensato di potersela giocare con l’esuberanza del giovane collega austriaco. Ed è diventato uno degli uomini-simbolo della rivoluzione contiana: un giocatore cambiato, rinato. Subito un gol, alla prima giornata, con il Lecce: destro violento da 25 metri, sotto l’incrocio. E poi cross precisi, movimenti a tempo, cambi di gioco anche con il piede debole. Ma soprattutto, numeri eloquenti: oltre a 3 gol, 27 occasioni create (11 l’anno scorso), 137 passaggi verso l’area (66 intutto il 2018-19), 75% di precisione (+3% sulla stagione passata). Se non è una seconda vita questa…

Fonte: La Gazzetta dello Sport – Alex Frosio


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE