La Russa: “Inter, se perdi Icardi? D’Ambrosio gioca sempre, a meno che…”

Articolo di
3 luglio 2018, 07:53
La Russa

Ignazio La Russa – Vice-Presidente del Senato e tifoso interista -, ospite negli studi di “Sportitalia Mercato” su Sportitalia, giudica il mercato dell’Inter fatto finora e si dice impaurito per la clausola di Icardi

SCUDETTO ESTIVO – Tra una provocazione e l’altra con il provocatore juventino Luciano Moggi, l’interista Ignazio La Russa spende parole positive per l’operato nerazzurro finora, ma prova a buttarla sull’ironia: «Voglio fare quello controcorrente, un po’ per scaramanzia: di solito vinciamo tutti gli scudetti ad agosto, quest’anno abbiamo anticipato a luglio (ride, ndr), ma io preferisco vincerlo a dicembre! Non è mai facile arrivarci, meglio anticipare…».

CLAUSOLA ICARDI – «Adesso mi angusta la cosa che dall’estero si dica che chiunque può acquistare Mauro Icardi, che ha una clausola alta, ma non altissima per il mercato di oggi. Se per puro caso dovessero portarci via Icardi, non sarebbe facile in venti giorni trovare, neanche reinvestendo tutta quella cifra, un attaccante che valga la metà di Icardi! Finché non finisce la clausola… Mi dà fastidio anche che si parli con aria di sufficienza della procuratrice di Icardi perché è donna ed è la moglie: magari Wanda Nara sbaglia i modi, ma gli altri procuratori non sono tutti accomodanti…».

DOPPIO RIMPIANTO – «Per quanto riguarda il terzino, possiamo comprare chi vogliamo, tanto alla fine gioca Danilo D’Ambrosio come ogni anno (ride, ndr)! A meno che Luciano Spalletti non faccia davvero la difesa a tre e D’Ambrosio in quel caso potrebbe non essere schierato… Io avrei tenuto a tutti i costi Joao Cancelo, che se l’è preso la Juventus… Io ci terrei molto a Rafinha, che è quello che ci ha creduto più di ogni altro alla qualificazione in Champions League: ha dato veramente l’anima. Avercelo ora Philippe Coutinho all’Inter…».







ALTRE NOTIZIE