La Russa: “Allegri juventino, allora Zenga! Inter, prima di perdere Conte…”

Articolo di
25 Agosto 2020, 09:11
Ignazio La Russa Ignazio La Russa
Condividi questo articolo

La Russa – Vice-Presidente del Senato e tifoso interista –, ospite negli studi di “Sportitalia Mercato” su Sportitalia, come al solito non le manda a dire alla Juventus e a coloro i quali vanno in sua difesa. Capitolo Conte, sta dalla parte del tecnico. E all’ipotesi Allegri risponde con la provocazione Zenga

FINALE (AMARA) – Il KO di Colonia viene ricordato da Ignazio La Russa: «Che posso dire? Non credo sia il modulo che ci ha fatto perdere. Evidentemente la partita non era all’altezza mentale dell’Inter. A partire dall’allenatore, troppo nervoso. Non è da Inter subire due di quei tre gol. I gol sbagliati ci sono sempre stati, solo nel 5-0 non ne abbiamo sbagliato. L’atteggiamento e i gol presi facilmente sono stati i problemi. Però siamo arrivati in finale. Certo è vero che non abbiamo vinto, ma gli altri si erano persi prima sia in Champions League sia in Europa League. Almeno siamo arrivati in finale (sorride, ndr). L’Inter è l’unica squadra arrivata in finale, incredibile che venga attaccata! Questo atteggiamento lo si ha solo con l’Inter, con il Milan no».

A UN PASSO – La Russa si dice tranquillo sul prossimo che siederà in panchina: «A me va bene l’Inter. Abbiamo vinto con il Mago (Helenio Herrera, ndr), con il Principe (Diego Milito, ndr), che come titolo nobiliare è più importante di un Conte, con cui abbiamo quasi vinto. In ogni squadra in cui è andato Conte ha vinto subito, probabilmente era convinto di farlo anche all’Inter nel suo primo anno. Ma la sua prima filippica è arrivata dopo una netta vittoria contro l’Atalanta di Gian Piero Gasperini. Prima di perdere Conte, io da interista dico che se lo prendi è perché lo conosci. Per avere risultati devi saperlo gestire. Se insiste e se ne vuole andare, va bene. Ma non sarei contento in quel caso. Perché non si può cambiare allenatore ogni anno come fatto dalla Juventus dopo la figuraccia in Europa. La Juventus in Champions ha fatto schifo! Hanno esonerato Maurizio Sarri e messo in panchina Andrea Pirlo in un attimo! Come se mettessimo Walter Zenga in panchina per risolvere tutto!».

ALTRO CHE ALLEGRI – La chiosa di La Russa è tutta una piccola provocazione: «L’Inter è una cosa seria. Ora parlano e se non trovano un punto d’incontro se ne va. La verità è che Conte non ha perdonato all’Inter Christian Eriksen e la mancanza di Edin Dzeko. Si è trovato altri giocatori che non avrebbe voluto. Molti non interisti hanno voglia che venga cacciato, ma io spero che trovino un accordo per la permanenza. Noi vogliamo tornare a vincere. Massimiliano Allegri è un altro juventino e io non sarei allegri… Allora prendiamo Zenga, che è più scarso! Rodrigo de Paul? Forte, lo avrei preso all’Inter…».



Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE