La Lega propone il “suo” algoritmo: è il piano B, no ai playoff – GdS

Articolo di
4 Giugno 2020, 09:52
Paolo Dal Pino presidente Lega Serie A
Condividi questo articolo

La “Gazzetta dello Sport” riporta che la Lega Serie A proporrà una sua versione semplificata dell’algoritmo per cristallizzare la classifica in caso di necessità.

ALGORITMO SEMPLIFICATO – Più che un algoritmo, una semplice moltiplicazione: la media punti di una squadra «per» le giornate di campionato mancanti. L’idea è della Lega di A, verrà discussa già oggi nella riunione con le componenti convocata dalla Figc, e ovviamente sarà tema centrale dell’assemblea di Lega di domani mattina.

PIANO DI RISERVA – La base di partenza è la stessa dell’algoritmo: può essere applicata solo nel caso in cui la Serie A fosse costretta allo stop definitivo e le squadre avessero giocato, fino a quel momento, un numero differente di partite. Senza allineamento, il calcolo può tornare utile per comporre la graduatoria definitiva ed è ovviamente un conto semplificato rispetto ai parametri compresi nell’algoritmo federale: basterà moltiplicare la media punti stabilita fino a quel momento per il numero di giornate che la squadra non potrà disputare. Il prodotto determinerà il punteggio finale in classifica. Nel caso opposto — se tutte le squadre hanno disputato lo stesso numero di gare — la graduatoria verrà semplicemente cristallizzata.

NO AI PLAYOFF – Per la Lega è questo l’”indesiderato” piano B: la volontà condivisa è quella di riprendere le competizioni e riuscire a portarle a termine. Escono di fatto di scena playoff e playout, che la stragrande maggioranza dei club non ha mai apprezzato. Resisterebbero solo in un uni- co, malaugurato, caso: che la ripresa del campionato del 20 tornasse in discussione per una nuova positività. In quel caso la Figc riproporrebbe gli scontri diretti da disputare quando tutti i giocatori coinvolti fossero guariti e in condizione.


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer






ALTRE NOTIZIE