Kondogbia e il peso dei 36 milioni – TS

Articolo di
13 gennaio 2016, 07:28
kondogbia

Dopo sei mesi in nerazzurro, Kondogbia sembra non essersi ancora ambientato nel campionato italiano come dimostrano anche le ultime due prestazioni sotto tono. Il quotidiano torinese “Tuttosport” ha analizzato il momento attuale del centrocampista francese, dando la colpa al “peso” del suo cartellino 

IL PESO DEL CARTELLINO – “Su Kondogbia grava il peso del suo elevato prezzo di acquisto: quei 36 milioni, tra parte fissa e variabile, spesi per strappare il calciatore alla concorrenza del Milan. Uno sprint che aveva esaltato il popolo nerazzurro e trasformato il francese, ad appena 22 anni, in una star da accogliere in stile Ronaldo con la passerella a favore dei tifosi affacciato dalla terrazza di un hotel in Piazza della Repubblica. Chi conosce il calciatore transalpino, sostiene che il suo rendimento non sia minimamente influenzato dall’elevato valore economico stabilito nella trattativa di giugno. Kondogbia, secondo questa descrizione, è un ragazzo molto tranquillo capace di separare il lavoro sul campo dalla cornice ambientale e mediatica. Di poche parole, apparentemente timido, ma molto determinato. E, dopo qualche mese di ambientamento, aveva ammortizzato senza problemi i 20 milioni spesi dal Monaco per prenderlo dal Siviglia quando aveva 20 anni”.

LA FIDUCIA – “Mancini ha bisogno di Geoffrey. Perché è il prototipo del centrocampista che piace al tecnico di Jesi: alto, potente e capace di gettare il suo peso verso le aree avversarie per spostare il baricentro della manovra in avanti. E può farsi largo in un reparto nel quale altri compagni di squadra sembrano in discesa nella considerazione dell’allenatore nerazzurro, da Guarin e Felipe Melo. Il francese invece ha ancora molti bonus di fiducia da sfruttare”.

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE