Jeda: “Conte subordinato, non può parlare così di Zhang! Contratto Inter…”

Articolo di
5 Agosto 2020, 07:47
Jeda Jeda
Condividi questo articolo

Jeda – ex attaccante del Cagliari -, ospite negli studi di “Sportitalia Mercato” su Sportitalia, commenta il comportamento di Conte nell’ormai noto post-partita di Atalanta-Inter. Le parole sul Presidente Zhang non possono passare inosservate a causa del diverso ruolo tra i due

DIPENDENTE VS. DATORE – Il ragionamento di Jeda sul tecnico interista tiene conto delle gerarchie: «Sembra davvero che Antonio Conte abbia un gemello perché è incredibile come da un giorno all’altro passi da uno spirito battagliero che ha voglia di vincere con questa squadra a lamentarsi pubblicamente della società! Non puoi lamentarti dopo gli investimenti fatti da questa società. Gli hanno fatto uno dei contratti più ricchi possibili per un allenatore, lamentarsi così palesemente non può essere tollerato dal presidente, che tra l’altro non è italiano e sa quanto ha investito sull’allenatore dell’Inter. Sei un allenatore importante e vincente, ma il presidente è un altro ed è colui che detta la linea. Steven Zhang ha capito di aver fatto un errore con Paolo Dal Pino (Presidente della Lega Serie A, ndr), ma era nei confronti di un esterno alla sua azienda. In questo caso si parla di uno subordinato all’interno della sua stessa azienda. Conte non può permettersi di dire quelle cose sul suo presidente. E poi possiamo dirlo: Conte non guadagna due lire e non gli hanno fatto una squadra scarsa…». Jeda boccia completamente l’atteggiamento di Conte dopo Atalanta-Inter.


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE