Mondo Inter

Jacobs: «Inter, PIF scoraggiato da valutazione. Ostacoli e punti chiave»

Ben Jacobs, giornalista di BeIN Sports, ha parlato della questione legata al presunto interesse del fondo Saudita PIF per l’Inter.

VALUTAZIONE – Queste le parole su Twitter da parte di Ben Jacobs, giornalista di BeIN Sports, sulla questione InterPIF. “Tanti mi chiedono del PIF e dell’Inter. I colloqui tra Suning e PIF non sono nuovi. Quando hanno iniziato, l’intento originale del PIF era l’investimento di minoranza e da allora le parti si sono parlate diverse volte. I PIF sono stati scoraggiati dalla valutazione di 1 miliardo di Suning e il prezzo richiesto non è cambiato“.

SERIE A – Jacobs ha continuato. “La Serie A è di grande richiamo per il PIF. E l’Arabia ha ospitato la Supercoppa Italiana. Anche i diritti a lungo termine sono in palio. Ma mi è stato detto che una vendita non è ancora affatto certa e che i colloqui non sono particolarmente avanzati o mirati“.

OSTACOLI – Jacobs sugli ostacoli. “Rimangono gli stessi ostacoli che prima impedivano il progresso: il prezzo, la riluttanza di Zhang a vendere e il debito dell’Inter. Le parti stanno parlando di nuovo, però. Suning aveva davvero bisogno dei soldi dell’ESL (SuperLeague, ndr) e senza di essi poteva essere ammorbidita per vendere“.

INTENZIONE – Jacobs sull’intenzione del fondo sovrano saudita: “Ma in questa fase non c’è accordo. I colloqui probabilmente suggeriscono anche l’intenzione del PIF di possedere o investire in più club“.

PUNTO CHIAVE – Jacobs ha spiegato un altro punto chiave. “Un altro punto chiave: le parti hanno parlato a metà settembre… quando il PIF non aveva ancora informazioni chiare sull’acquisizione del Newcastle sarebbe stata improvvisamente completata. Ciò mostra la velocità inaspettata che le cose sono trapelate dopo che il problema di beIN/pirateria è scomparso. Molto è cambiato nell’ultimo mese“.

Fonte: Twitter Ben Jacobs

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button