Inter, zero alibi (neanche il VAR): rivedere difetti e ritrovare Brozovic – GdS

Articolo di
21 agosto 2018, 09:20
Brozovic

“La Gazzetta dello Sport” parla di un’Inter doppio zero che deve eliminare le scuse e le prestazioni “molli”. Da rivedere la posizione di Icardi e gli esterni. Play affidabile cercasi.

ZERO ALIBI – L’Inter non ha né punti né alibi. Non ci sono scuse per la bruciante sconfitta contro il Sassuolo. Un approccio morbido alla prima uscita di campionato, lontano dal diktat di Luciano Spalletti alla vigilia: “Dobbiamo uscire dalla fabbrica già rodati”. A Reggio Emilia è mancata la capacità di ribaltare la partita, di reagire allo svantaggio e di tener testa a un’avversaria da sempre risultata ostica all’Inter. Poche le occasioni create dall’Inter, conseguenza di una manovra di gioco lenta e macchinosa e di un avvicinamento alla palla non corretto. Salvo alcune eccezioni dei singoli, vedi Kwadwo Asamoah e Ivan Perisic, le prestazioni degli altri giocatori dell’Inter sono risultate “molli”, difetto già sottolineato da Spalletti in alcune prestazioni della passata stagione.

IL VAR NON C’ENTRA – Inutile per l’Inter (squadra e dirigenza) appellarsi ai rigori dati e non dati. L’Inter ha una rosa di tutto rispetto e può portare a casa le partite anche senza appellarsi a presunti errori del direttore di gara. La giornata numero uno, non il tempo giusto per le lamentele. Meglio riflettere sui propri errori e sulle mancanze da correggere sul terreno di gioco.

DIFETTI – Tra gli aspetti da migliorare l’eccessiva centralità di Mauro Icardi, l’intesa tra Icardi e Lautaro Martinez è una soluzione ma potrebbe non essere l’unica pista percorribile. Piuttosto, a Reggio Emilia, è emersa la fragilità delle corsie esterne dell’Inter. I ritardi di condizione di alcuni giocatori hanno influito sulle scelte del tecnico dell’Inter, ma in generale è parsa in grado di creare qualcosa di pericoloso solo dopo l’innesto di Perisic. L’aspetto degli esterni, clou per il gioco voluto da Spalletti, è nella lista delle urgenze da rattoppare in vista di Torino.

TORELLO – Contro il Sassuolo è mancata anche una circolazione di palla come si deve. Durante il ritiro estivo più volte Spalletti aveva chiesto ai suoi di velocizzare la manovra. Marcelo Brozovic e Matias Vecino hanno fallito nel ruolo del play, non riuscendo a garantire la fluidità voluta. Il gioco dell’Inter dipende dalla crescita di Brozovic, e l’Inter non può permettersi di perdere altro tempo.






ALTRE NOTIZIE