Mondo Inter

Inter, la ‘rivoluzione’ che triplica i ricavi dagli sponsor legati alla maglia

L’Inter sorride grazie ai recenti accordi per la maglia e non solo, con vari sponsor digitali: così i nerazzurri hanno triplicato le entrate.

SPONSOR DI MAGLIA – Secondo quanto riportato da “CalcioeFinanza.it”, l’Inter ha triplicato i propri ricavi grazie agli sponsor digitali per la maglia e non solo, come Socios e DigitalBits.

PIRELLI – Al termine del proprio accordo con Pirelli, scaduto lo scorso 30 giugno, che prevedeva una base fissa di circa 12 milioni di euro più bonus legati ai ricavi decisamente corposi (nel 2018/19 grazie alla qualificazione in Champions League i ricavi avevano raggiunto quota 19 milioni).

SPAZIO – Inoltre la fine dell’intesa ha “liberato” anche molto spazio sulla maglia, visto che l’azienda della Bicocca aveva l’esclusiva per tutta la divisa (compariva anche il brand Driver come retro sponsor), poi solo in parte ceduta nel 2020 per lasciare spazio alla ricerca di uno sponsor di manica.

SOCIOS – La società meneghina ha svelato a fine luglio il nuovo sponsor, Socios.com, piattaforma di blockchain. Un accordo annuale con opzione per il rinnovo e clausola d’uscita in caso di migliori offerte, da circa 20 milioni di euro.

LENOVO – Anche Lenovo ha ampliato la propria partnership con il club nerazzurro, divenendo un nuovo retro-sponsor per 6 milioni di euro circa a stagione.

ANNUNCIO – Giovedì scorso, poi, è arrivato l’annuncio dell’intesa da 85 milioni di euro in quattro stagioni (in media 21,25 milioni, anche se l’intesa sarà a salire) con DigitalBits, nuovo sponsor di manica, e Zytara (Official Global Digital Banking Partner che di fatto va a prendere il posto della precedente partnership con Credit Agricole (contratto del valore di 1,7 milioni di euro più 400mila euro di bonus nel 2020/21).

RICAVI – I ricavi dell’Inter, per quanto riguarda gli sponsor di maglia, dovrebbero quindi triplicarsi crescendo del 245% circa.

Gli accordi scaduti al 30 giugno 2021:

Pirelli: 12 milioni (più bonus fino a raddoppiare, 19 mln con qualificazione CL nel 18/19);
Credit Agricole: 1,7 milioni (0,4 di bonus tra CL e scudetto 20/21);
TOTALE: 13,7 milioni base

I nuovi accordi:

Socios: 20 milioni;
Lenovo: 6 milioni;
Digitalbits: 6 milioni;
Zytara: 15,25 milioni (media);
TOTALE: 47,25 milioni

DISTANZA – Per quel che concerne la sola maglia però in Italia la società nerazzurra resta ancora distante alla Juventus che incassa più di 100 milioni di euro grazie alle intese con Adidas, Jeep (marchio che adesso fa parte di Stellantis il cui azionista di maggioranza è Exor, holding della famiglia AgnelliElkann) e Cygames.

Fonte: CalcioeFinanza.it – Matteo Spaziante

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button