Inter, nel futuro serviranno ancora le plusvalenze – GdS

Articolo di
30 giugno 2019, 10:07
Ausilio

La “Gazzetta dello Sport” spiega per per il futuro l’Inter avrà ancora bisogno di fare plusvalenze per sistemare il suo bilancio.

ANCORA PLUSVALENZE – L’uscita dell’Inter dal settlement agreement non cancella la necessità della corsa alle plusvalenze. I criteri del Fair Play finanziario, quelli che si applicano a tutti club (non solo agli osservati speciali), prevedono che, tenendo conto degli ultimi tre bilanci, le spese non possano superare i ricavi di più di 30 milioni. Insomma, i conti degli ultimi 3 anni possono tollerare un -30 di passivo. Motivo per cui risentiremo parlare di plusvalenze anche il prossimo giugno.

MIGLIORAMENTI – Però la quota potrebbe essere più bassa, visto che il fatturato del club è in crescita (dai 281 milioni del 2018 ai 360 circa con cui si chiuderà il 2019) e considerato che per i conti Uefa andrà in «archivio» la stagione 2015-16, la prima di Suning che fece segnare un passivo di 140 milioni sul mercato (poche cessioni e 70 milioni spesi per Joao Mario e Gabigol). Il rigore negli investimenti resta, ma la situazione da cui partiranno i conti nel 2020 potrebbe essere più positiva. Poi certo, molto dipenderà dal bilancio di questa sessione estiva: i soldi per gli investimenti ritenuti fondamentali da Conte sono già stati stanziati, ma servirà rientrare di una parte con le cessioni.

Condividi questo articolo

Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer





ALTRE NOTIZIE