Inter-Napoli, Digos: “Belardinelli, preso Manduca nonostante omertà ultrà”

Articolo di
18 ottobre 2019, 12:22
Scontri Inter-Napoli

Claudio Cicimarra, capo della Digos di Milano, ha spiegato come si è arrivati a prendere Fabio Manduca, presunto omicida di Daniele Belardinelli prima di Inter-Napoli

OMICIDIO BELARDINELLIClaudio Ciccimarra, capo della Digos di Milano, ha così spiegato come si è arrivati all’arresto di Fabio Manduca, ultrà del Napoli e presunto responsabile dell’omicidio di Daniele Belardinelli, investito e ucciso negli scontri prima di Inter-Napoli del 26 dicembre 2018: «Siamo arrivati all’arresto dopo una complessa indagine, abbiamo ricostruito in modo dettagliato quella sera, rivisto le immagini comunali e di privati – si legge su “Gazzetta.it”.

PERIZIE DECISIVEFondamentali sono state le testimonianze dei tifosi coinvolti negli incidenti, della gente che ha assistito agli scontri, più le intercettazioni e le perizie. Siamo riusciti a dare un filo a tutto quello che è successo in via Novara. Siamo risaliti alle auto e agli autisti. Non ci sono immagini dell’impatto, ma tutto viene ricostruito con i frammenti di ciò che hanno visto le varie telecamere. Alla fine abbiamo escluso tutte le auto dei tifosi napoletani tranne la Kadjar e una Audi A3: poi, grazie alle perizie, siamo arrivati all’individuazione di Manduca. L’auto non era stata lavata, ma sequestrata subito: tutte le macchine hanno una certa quantità di sporco nella parte bassa, la sua aveva una striscia di sporco minore compatibile con l’investimento di Dede».

OMERTÀ ULTRÀ INTER – «Non siamo certi che abbia puntato Belardinelli ma non ha fatto nulla per evitare lui e gli altri tifosi nerazzurri: comunque nessuno dell’Inter ci ha reso la vita facile per la ricostruzione di quello che è successo. C’è stata una assoluta omertà.

Condividi questo articolo

Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer





ALTRE NOTIZIE