Inter e il via libera: priorità salute, non si pensa alla ripresa – Sky

Articolo di
25 Marzo 2020, 13:44
Sede Inter
Condividi questo articolo

L’Inter, terminato l’isolamento domiciliare, ha dato ai suoi giocatori stranieri il via libera per tornare dalle famiglie all’estero. In casa nerazzurra per ora non si pensa a quando si riprenderà l’attività, la priorità è la salute. Il punto di Matteo Barzaghi per Sky Sport

VIA LIBERA AGLI STRANIERI – Terminato l’isolamento dopo la positività di Rugani, l’Inter ha dato il via libera e molti degli stranieri sono già tornati dalle loro famiglie: «L’isolamento domiciliare dell’Inter è terminato l’altro ieri e il club ha dato l’ok ai giocatori stranieri come Lukaku, che aveva raccontato di soffrire l’assenza di madre e figlio rimasti in Belgio e ha potuto raggiungerli. I vari Lukaku, Handanovic, Moses, Young, Eriksen o Brozovic dovranno osservare una quarantena e anche al ritorno in Italia, dovessero restare le normative vigenti, dovranno osservare un altro periodo».

NON SI PENSA A RIPRENDERE – Per il momento l’Inter, che è stata una delle prime squadre a lanciare l’allarme, non pensa alla ripresa: «Come le altre squadre l’Inter si è data da fare con iniziative di rinforzo alla lotta contro il Coronavirus. Si è chiusa ieri la raccolta fondi per il Sacco con più di 600.000 euro raccolti da squadra, dirigenti e tifosi. Una delle tante iniziative, l’Inter si è impegnata fin da subito anche perché ha un presidente cinese che già aveva visto la battaglia per il Coronavirus che si stava combattendo in Cina e già a gennaio lanciava l’allarme. L’Inter non ha mai avuto dubbi, in questo momento conta solo la salute, tutto il resto verrà in futuro sperando che si torni a parlare di allenamenti e partite».


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE