Inter e Bologna: chi crossa di più contro chi lo fa di meno – CdS

Articolo di
10 febbraio 2018, 10:22
Antonio Candreva Inter-Chievo

Il “Corriere dello Sport” sottolinea che Inter-Bologna è anche una sfida tra stili di gioco sostanzialmente opposti. L’Inter infatti vive di cross, mentre il Bologna ne effettua meno di tutti.

STILI OPPOSTI – Niente (o pochi) cross per il Bologna, e a leggere i numeri è una scelta di stile rigorosa. C’è chi va sul fondo e chi no. l’inter sì, e infatti è la squadra nerazzurra che ne ha provati più di tutti in serie A, addirittura 500, ne ha tentati più di 21 a partita (21,7), molti o comunque abbastanza per sostenere che il traversone, come dicevano una volta, per il gioco nerazzurro è un valore aggiunto. Più propensa al duello o alla percussione centrale, invece, la squadra di roberto Donadoni, che di cross ne ha collezionati 232, esattamente 10 a partita, strategia diversa nell’approccio all’azione d’attacco messa in atto dai rossoblù in queste prime 23 partite di campionato.

PIU’ CROSS, MENO PRECISI – L’inter però, sottolinea il “Correire dello Sport”, dei tanti che ha fatto conserva soltanto il 16,8% di precisione (84 cross riusciti su 500), con punte del 27,6% contro la Roma (29 cross, 8 riusciti) per arrivare fino allo 0% contro la Juventus (7 cross, 0 riusciti). A Bologna, nella partita d’andata, l’inter ne tentò 21, ma soltanto 1 risultò degno di nota.

MENO CROSS, PIU’ PRECISI – In questo compendio crossistico il Bologna è ora all’ultimo posto, eppure i numeri dicono che i rossoblù hanno una maggior accuratezza nell’effettuare cross su azione rispetto alla squadra di Spalletti: 19,8% (cioè 46 riusciti su 232). Contro Benevento, Spal e Cagliari ha raggiunto anche il 33,3% di precisione, contro il napoli il 50% (6 cross, 3 riusciti).







ALTRE NOTIZIE