Inter, Conte lavora da casa: viaggio nella quarantena del tecnico – GdS

Articolo di
31 Marzo 2020, 08:40
Antonio Conte
Condividi questo articolo

“La Gazzetta dello Sport” sottolinea il grande lavoro in quarantena del tecnico dell’Inter. Studia le partite, analizza le curve di rendimento dei suoi giocatori e si prepara ad una ripresa che non può cogliere impreparati. La quarantena di Antonio Conte è un bollitore di pensieri e attività formative

DETTAGLI – Antonio Conte è uomo di campo. Uno che, se ne avesse la possibilità, arpionerebbe in scivolata tutti i palloni che transitano vicino alla sua panchina. Mai visto seduto, in quei novanta minuti: sarà perché le poltroncine di San Siro forniscono una sensazione di distacco, di leggerezza. Ma l’Inter ha scelto Conte in tutto e per tutto, ossessioni comprese. Il tecnico si è dimostrato a più riprese l’arma in più dei nerazzurri e anche in quarantena sta cercando di far sentire la sua pressione ai calciatori a casa. La decisione dell’Inter di richiamare i sette calciatori “fuggitivi” si sposa proprio con questo progetto: controllare da vicino alimentazione e lavoro atletico durante la quarantena.

OPPORTUNITÀ – Ma anche il tecnico, come chiunque confinato tra le mura di casa propria, sta cercando di ottimizzare le lunghe giornate. Conte intende trasformare l’isolamento precauzionale in un’opportunità, guardando a ritroso la stagione della sua Inter e analizzandola ai raggi X. L’allenatore pugliese è uomo di rimpianti immediati, uno che rimugina parecchio su ciò che poteva o non poteva essere e fatica a digerire la Fortuna avversa. Proprio per questo motivo l’ex Chelsea sta avviando una scomposizione della sua prima Inter, squadra che (in teoria) sarebbe in corsa su tre fronti al momento arenati.

SUDATE CARTE – “Grazie allo staff, con l’aiuto del fratello Gianluca, Conte ha “appesantito” il suo computer di tutte le partite stagionali dell’Inter. Cosa che un allenatore non riesce quasi mai a fare durante l’anno, specie in settimane con più impegni. Al massimo ci si limita ai 10-15 minuti di video analysis, invece rivedendo per intero i 90 minuti si arriva ad avere un’idea più approfondita. Punto secondo: analisi degli avversari. Che vuol dire soprattutto Premier League e Bundesliga all’estero, corso di aggiornamento dal divano, con l’occhio attento. Ma anche lo studio approfondito di qualche realtà italiana. Terzo step: Conte sta studiando i dati fisici di ogni singolo calciatore, le curve di rendimento, parametri che potranno tornare utili in futuro. È un lavoro che verrà buono per costruire l’Inter di domani, quando l’allenatore si siederà con la società per parlare di mercato. Ora il tecnico conosce a fondo la sua squadra: non era così un’estate fa, sotto molteplici punti di vista”.

Fonte: La Gazzetta dello Sport – Davide Stoppini


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE