Il sogno Cavani intriga Conte: Inter, il Matador ti cambia così – GdS

Articolo di
28 Aprile 2020, 10:10
Edinson Cavani
Condividi questo articolo

Conte vanta un feeling particolare con Cavani: lo rincorre dai tempi della Juventus. Se dovesse arrivare all’Inter, fermo restando l’addio di Lautaro Martinez, formerebbe una coppia esplosiva col fedelissimo Romelu Lukaku. I contatti sono già partiti

LUNA DI MIELE – Una cosa è certa. Edinson Cavani è il giocatore ideale per Antonio Conte, se vogliamo persino più di Romelu Lukaku. Non a caso il tecnico dell’Inter l’ha sempre inseguito (QUI il legame tra Cavani e l’allenatore salentino). Perché Cavani è un attaccante totale. Micidiale nei cambi di ritmo e nelle ripartenze, abile negli spazi stretti, ma soprattutto uno che non si risparmia, che se occorre va a difendere fin dentro la sua area. Lo dimostrano, se ce ne fosse bisogno, le immagini dell’ultima sfida contro il Borussia Dortmund in Champions League: nel finale era fisso dietro a difendere il 2-0. Cavani ha 33 anni, probabile che non sia più il serial bomber di Napoli. Ha ristretto un po’ il raggio d’azione, ma il risparmio ‘energetico’ degli ultimi tempi è dovuto a una condizione psicologica piuttosto che fisica.

HOMBRE DEL PUEBLO – Cavani si è sentito accantonato e messo in discussione, nonostante con i suoi 200 gol sia l’attaccante più prolifico della storia del Paris Saint-Germain. Continua ad essere amato dalla curva, cosa che gli è sempre successa in ogni posto dove ha giocato grazie alla sua generosità. Persino gli infortuni a volte sembravano più diplomatici che altro. Tuttavia, anche in questa stagione tribolata, il Matador ha segnato 4 gol e fornito due assist in 14 partite di Ligue 1, uno in Champions League in 3 presenze e due in Coppa di Francia.

SLIDING DOORS – Insomma, Cavani è ancora un giocatore integro, utile alla causa e con una grande voglia di rivincita. La telefonata all’Inter ne è la prova. È chiaro, però, che ci sia una conditio sine qua non affinchè il Matador sbarchi all’Inter: l’addio di Lautaro Martinez. Come si può mandare in panchina uno dei tre?

SPAZI – Ipotizzando l’arrivo di Cavani e la lucrosa vendita di Lautaro Martinez al Barcellona. L’Inter ci guadagna? Nel lungo periodo, no di certo, il Toro ha soltanto 22 anni ed è un crack. Nel breve periodo, dipende dall’intesa che si può instaurare tra Lukaku e Cavani. Con questa nuova coppia, l’Inter perderebbe forse in qualità tecnica ma acquisterebbe potenza, oltre che esperienza. Lukaku-Cavani potrebbe essere la coppia più esplosiva della Serie A. Ma c’è un problema: Cavani è una prima punta e vuole fare la prima punta. Col Psg che ultimamente si schierava con un 4- 4-2 con Neymar e Di Maria larghi, a inizio stagione l’uruguaiano ha dovuto lasciare a Mauro Icardi il posto accanto a Kylian  Mbappé. E a gennaio, quando più o meno si è ripreso il campo, è stato il francese ad adattarsi più largo.

BOMBARDIERI – Anche Lukaku è un centravanti puro. E in posizione centrale sa difendere palla come pochi, far salire la squadra e sfruttare il fisico per le sponde. Ma spesso in stagione è stato lui a muoversi per ricevere palla lasciando Lautaro centrale. Dunque i due si possono alternare. Starà alla capacità di Antonio Conte di creare intesa e movimenti. Se poi al tecnico dell’Inter riuscisse il miracolo di convincere Steven Zhang a tenerli tutti e tre e loro a fare turnover, allora lo scudetto sarà molto, molto più vicino.

Fonte: La Gazzetta dello Sport – Fabio Bianchi


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE