Il 30 giugno data chiave, ecco perché è un problema per la Serie A – CdS

Articolo di
26 Aprile 2020, 09:55
Logo Serie A 2019-2020 Inter-News
Condividi questo articolo

Pippo Russo sul “Corriere dello Sport” sottolinea che il 30 giugno è la data di chiusura dei bilanci. Un problema per la Serie A.

UNICA CERTEZZA – Per i club di Serie A c’è una certezza, il 30 giugno. La data in cui gran parte dei club chiude il bilancio. Di solito la data cade oltre un mese dopo la conclusione della stagione agonistica. Ma in questa stagione tutto è ancora in ballo. La scadenza del 30 giugno resta però un elemento solido. L’unica data (e l’unico dato) impossibile da rinviare. Quel giorno i bilanci vanno chiusi e depositati. Da essi dipende il rilascio delle licenze per la partecipazione alle competizioni nazionali e a quelle Uefa. Il disallineamento dalla stagione agonsitica crea una situazione tanto liquida quanto pericolosa.

NIENTE PLUSVALENZE – Di solito prima del 30 giugno si scatena la corsa ai sacrifici da immolare sull’altare di un calciomercato secondario. E si alimenta la sagra delle plusvalenze, che sovente sfiore la burla e l’indecenza. Dal primo luglio poi si riparte. Questo 30 giugno fa eccezione. Non potranno essere registrati movimenti di calciatori né iscritte plusvalenze. Stagione in corso, mercato chiuso. Con anche il problema dei diritti televisivi. Tuttavia l’esercizio annuale andrà chiuso, con numeri che finalmente snuderanno i meccanismi arrugginiti di una giostra cui non sarà data la mano d’olio miracoloso.

DECISIONI DA PRENDERE – A quel punto cosa fare? Tenere conto di quei dati o fare un bel condono totale? Soprattutto chi potrà decidere? Domande a cui bisognerebbe dare una risposta urgentissima. 13 club su 20 chiudono il bilancio a giugno: Bologna, Brescia, Cagliari, Hellas Verona, Inter, Juventus, Lazio, Lecce, Milan, Napoli, Parma, Roma e Udinese.


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE