Icardi resta sulle sue posizioni, oggi visita al ginocchio – CdS

Articolo di
20 febbraio 2019, 10:49
Mauro Icardi

Il “Corriere dello Sport” fa il punto della situazione Icardi. L’attaccante è fermo sulla sua posizione e nemmeno il compleanno ha riavvicinato le parti.

POSIZIONI FISSE – Il muro contro muro prosegue. Nemmeno il compleanno di Icardi, infatti, è servito per un minimo riavvicinamento. L’Inter, puntuale, a mezzanotte ha fatto in consueti auguri via social. Ma nel mini-filmato l’attaccante, coerentemente, non indossa(va) la fascia. Wanda, invece, ha passato tutto il giorno a retwittare gli auguri per il marito.

FASCIA PERSA – Insomma, tutti restano blindati sulle proprie posizioni. E il problema fascia non si pone nemmeno. Nel senso che la questione è chiusa: la società ha scelto di passare i gradi ad Handanovic e da lì non si torna indietro. Questo passo è stato fatto in totale condivisione da parte della dirigenza (Steven Zhang compreso) e di Spalletti. Volendo, c’è un precedente sull’atteggiamento di Suning, che potrebbe fare da monito per Icardi. E anche alla Juventus, se a giugno, davvero, proverà a portare il centravanti di Torino. Ramires, infatti, entrato in rotta di collisione con lo Jiangsu, dal 2018 ad oggi ha giocato una sola partita…

VISITA DI CONTROLLO – Dunque, se Maurito tornerà in campo con la maglia nerazzurra, lo farà da giocatore semplice.  Già, ma potrà accadere? In questo senso, qualcosa di più si potrebbe capire oggi, visto che stamattina all’Humanitas è in programma una visita di controllo al ginocchio tendine rotuleo, esiste da tempo, ma se il miglioramento fosse tale da autorizzare il via libera per un ritorno in gruppo, allora poi tutto ricadrebbe sulle spalle di Icardi. In sostanza, mettersi a disposizione sarebbe una decisione sua. Con le inevitabili conseguenze del caso, qualora l’Inter lo ritenesse abile e arruolabile e ci fosse invece un rifiuto da parte sua.

COMPLEANNO OCCASIONE PERSA – Anche gli altri giocatori nerazzurri sono in attesa. Ieri, tutti hanno fatto gli auguri all’ex-capitano (alla Pinetina l’unico dirigente presente era Ausilio), ma non ci sono state celebrazioni particolari. Poteva essere l’occasione per un passo di Maurito nei confronti del gruppo, per chiarire quanto accaduto negli ultimi giorni, prendere una posizione e, possibilmente, ripartire. Nulla da fare, invece. Quel passo che molti ritengono fondamentale ancora non c’è stato

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE