Handanovic decisivo in Champions, è il presente e il futuro Inter – GdS

Articolo di
5 ottobre 2018, 10:12

Samir Handanovic è arrivato finalmente il Champions League e sta mettendo la sua firma. Secondo la “Gazzetta dello Sport” il portiere è stato decisivo sia col Tottenham che col Psv.

ATTESA CHAMPIONS – Dice il saggio che quanto più lunga è l’attesa, tan­to maggiore è la soddi­sfazione. Che i traguardi cen­trati nella piena maturità ven­gono vissuti con più consape­volezza. Samir Handanovic ascoltando queste massime ri­marrebbe imperturbabile, co­me di fronte a quasi tutto. La sua «poker face» tradisce rara­mente emozioni, ma è sicuro che avrebbe anticipato volen­tieri di qualche anno il suo de­butto nella Champions vera (solo un preliminare con l’Udi­nese nel 2011­-12): invece il de­stino ha voluto che la coppa arrivasse a 34 anni. L’ha aspetta­ta, insomma, ma ora sta viven­do l’Europa da protagonista.

DECISIVO COL PSV – Mercoledì tutta Eindhoven parlava di lui: agli olandesi la non espulsione non è andata giù. Per buona parte del match lo fischiavano non appena toccava palla, nemme­no avesse deciso lui il colore del cartellino. Poi, di colpo, si sono zittiti: era il minuto 79 e lo sloveno si era tuffato sulla sua sinistra, con un riflesso cla­moroso. La mano sinistra ave­va trovato la palla rovesciata da Malen: una parata da fuori­classe, che cancellava quel­ l’uscita un po’ così, decisamen­te fuori tempo, del primo tem­po. Il bilancio di Handanovic tornava prepotentemente in attivo, visto che nel primo tem­po era già stato molto reattivo sul primo tiro di Rosario devia­to da Skriniar.

MA ANCHE COL TOTTENHAM – E in fin dei conti almeno cinque dei sei punti di Champions lo vedono perlo­meno come co­autore. Perché già col Tottenham, prima della clamorosa rimonta, la barca nerazzurra era rimasta a galla grazie a tre Handa-­interventi su Lamela. Se la svolta del giro­ne interista è arrivata con la «garra charrua», la stagione europea del portiere interista potrebbe essere cambiata al Philips Stadion: un rosso lo avrebbe privato del Camp Nou (sarebbe toccato a Padelli fer­mare Messi) e avrebbe riacceso le critiche anche per il primo gol. Con quel miracolo su Ma­len ha cambiato il destino e spento ogni discussione.

PRESENTE E FUTURO INTER – Han­danovic, contratto fino al 2021, è il presente e il futuro, almeno prossimo, dell’Inter. Non c’è fretta di trovare un suo erede, progetto su cui comun­que la società sta lavorando in un orizzonte a medio­lunga scadenza. Per ora Handa non si scompone, ma porta punti.

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE