Graziano: “Inter-Empoli, dalla rifinitura Spalletti spesso sorprende. Icardi…”

Articolo di
25 maggio 2019, 23:57
Mirko Graziano

Mirko Graziano, giornalista del quotidiano “La Gazzetta dello Sport”, è stato protagonista di un lungo intervento su “TMW Radio” riguardante l’Inter. Queste le sue parole in merito alla partita di domani con l’Empoli, al futuro di Luciano Spalletti e a chi sarà titolare fra Mauro Icardi e Lautaro Martinez.

DENTRO O FUORI – A Mirko Graziano viene chiesto se la stagione dell’Inter può considerarsi fallimentare: «In caso di risultato negativo sicuramente sì, in caso di risultato positivo l’Inter avrebbe fatto il minimo sindacale in questa stagione, avrebbe di fatto ripetuto l’ultima stagione quando la qualificazione è arrivata all’ultima partita. È una partita delicata, perché l’Inter arriva fra mille incertezze e qualche problemino di personalità, manifestato soprattutto a Napoli, l’Empoli invece arriva in grande fiducia non avendo nulla da perdere e dopo una grandissima rimonta, probabilmente anche impronosticabile a un certo punto. È una partita delicatissima, purtroppo per l’Inter negli ultimi tempi ha mostrato grossi limiti dal punto di vista della personalità».

FORMAZIONE – Graziano ipotizza la formazione per Inter-Empoli: «Non mi aspetto grandissime sorprese dal punto di vista dell’assetto tattico della squadra. Il 4-2-3-1 non si discute, là davanti c’è il solito ballottaggio e penso che alla fine dovrebbe spuntarla Mauro Icardi, anche per una questione di personalità e abitudine a certe partite, magari anche per una questione di solidità del giocatore: un po’ di peso in più là davanti sarà utile per l’Inter. In effetti il ballottaggio c’è e resterà fino alla fine, anche perché Luciano Spalletti nella rifinitura ha l’abitudine di far capire pochissimo alla squadra e quindi spesso andiamo incontro a sorprese a livello di formazione. Non credo invece che a livello di aspetto tattico ci sia qualcosa da rivedere: Spalletti andrà giustamente avanti per la sua strada, a novanta minuti dalla fine del campionato mi stupirebbe un cambio tattico in corsa».

MERCATO – Per Graziano dopo Inter-Empoli di domani partirà una mezza rivoluzione: «Questo è probabile. Io credo che molti giocatori non verranno riconfermati, però anche fare mercato in questo momento non è semplicissimo, quindi conterà anche come l’Inter riuscirà a vendere certi giocatori, perché devi venderli bene per acquistare meglio. È vero che certi giocatori sembrano arrivati al capolinea, anche dal punto di vista del percorso in nerazzurro, quindi mi aspetto tanti cambiamenti in tutti i reparti, in particolare in mezzo al campo dove l’Inter fra le prime sette-otto della classifica è di gran lunga la più debole, anche alla luce della stagione semi-disastrosa di Radja Nainggolan, l’all in fallito dell’ultimo mercato nerazzurro. Proprio per i grossi problemi a centrocampo io credo che l’Inter sia ancora qui a lottare per un posto in Champions League».

CHAMPIONS LEAGUE – Questa la valutazione del giornalista sulla corsa per il terzo e quarto posto: «È tutto nelle mani di Inter e Atalanta, vincendo non ci sarebbero più discussioni. Obiettivamente non sono partite impossibili, perché arrivare a giocarsi la Champions League con la quartultima del campionato, per quanto riguarda l’Inter, non è proprio una condizione scomoda. La stessa Atalanta va ad affrontare una squadra che ha poco da dire al campionato (il Sassuolo, ndr) per quanto le riguarda, quindi diciamo che è tutto nelle mani di Inter e Atalanta. Di sicuro basta il minimo passo falso, in questo caso, per essere scavalcati, perché all’Inter non basta un pareggio se le altre dovessero vincere. Hanno però la possibilità di giocarsi il proprio destino e di non dipendere da nessuno, io sono sicuro che il Milan vorrebbe essere nei panni di Inter e Atalanta».

Condividi questo articolo

Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer





ALTRE NOTIZIE