Mondo Inter

Gravina: “Serie A, vogliamo concludere rispettando la salute. Spadafora…”

Gravina questa sera ha commentato l’estensione del lockdown fino al 3 maggio (vedi articolo). L’ANSA riporta altre dichiarazioni del presidente della FIGC, dove aggiunge un commento sulla ripresa della Serie A (vedi articolo). Non manca una critica al ministro Spadafora, che spesso se l’è presa col mondo del calcio.

VOLONTÀ CHIARAGabriele Gravina ritiene che la Serie A debba ripartire: «Le conseguenze di un’anticipata chiusura dell’attività sono sotto gli occhi di tutti. Provocherebbe un notevole danno sociale, prima ancora che economico, perché rischieremmo la paralisi a causa dei ricorsi di chi si dovesse sentire leso dei propri diritti. Vogliamo concludere quello che abbiamo iniziato nel rispetto della salute di tutti i protagonisti. Per questo siamo al lavoro col Governo e la nostra commissione medica per stilare tutti i protocolli necessari, affinché lo si faccia in piena sicurezza».

LA REPLICA – Da Gravina una risposta alle critiche della politica: «Il ministro Vincenzo Spadafora conosce il nostro pensiero. L’idea è quella di concludere le competizioni, in linea con le indicazioni degli organismi internazionali calcistici, ma c’è un bene primario da difendere che è quello della tutela della salute. Abbiamo chiesto di attuare in tempi rapidi l’avvio delle procedure sanitarie, non appena sarà definito il protocollo, per trovarci pronti per riprendere gli allenamenti in gruppo alla fine del lockdown».

Fonte: ANSA.it

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale

Articoli correlati

Back to top button

Rilevato Ad Block

Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, e si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.