Giulini: “Ripresa Serie A ma non oltre luglio. Mercato? Follia! Salary-cap…”

Articolo di
12 Aprile 2020, 13:02
Tommaso Giulini
Condividi questo articolo

Tommaso Giulini, presidente del Cagliari, intervenuto in collegamento con gli studi di “Sky Sport” ha detto la sua riguardo la possibile ripresa del campionato facendo riferimento all’emergenza Coronavirus (Covid-19), e proponendo il salary-cap.

NUOVO SISTEMATommaso Giulini, presidente del Cagliari, in riferimento all’emergenza sanitaria dice la sua riguardo la possibile ripresa, proponendo il salary-cap: «Credo che questa crisi andrà avanti per qualche anno dal punto di vista socio-economico, ma rappresenta una grande opportunità per provare a ritrovare i valori del passato. Dovremo essere bravi noi a ricostruire attorno a un calcio più umano. Sarà un calcio più potevo e questo potrà aiutarci a ripartire con un mondo calcistico più equo. È importante a livello europeo cominciare a ragionare su un sistema di salary-cap, in modo da permettere a tutti di competere. Il Financial Fair Play ha funzionato poco e niente. In un’economia post-bellica il salary-cap è l’unico modo per evitare che si creino super-potenze molto distaccate dagli altri club. Noi avremo tifosi che avranno difficoltà a venire allo stadio, anche per motivi economici, quindi dovremo fare attenzione alle politiche sui prezzi di biglietti e abbonamenti. Questa stagione dovrà terminare esclusivamente per motivi economici e per evitare mille cause legali, lo si farà a porte chiuse. Ma dobbiamo organizzare anche l’inizio della prossima stagione. Se ci dovessero esserci queste 13 partite, sarà aiutato dal fatto che saranno ravvicinate. Mi auguro che non si andrà oltre il mese di luglio. Io vedo oggi un campionato che inizia a metà giugno eventualmente e che finisca non oltre luglio. Sarebbe auspicabile aumentare la percentuale, soprattutto sulla parte dei diritti tv, almeno oltre il 50% in parti comuni. I grandi club italiani devono competere in un contesto europeo, noi di media-piccola dimensione dovremo competere localmente con quelli di grande dimensione. Ho paura che dopo questa crisi i top club riusciranno ad avere ancora più risorse degli altri grazie alle proprietà e agli sponsor. Nei club di piccola e media dimensione non ci saranno più queste risorse nel breve termine. Se tutti i club avessero un salary-cap, sarebbe un bene per tutte le competizioni. Ci aiuterebbe a smettere di ragionare sulla possibilità di Superleghe o Superchampions. Io ho un’idea che deve partire da UEFA, ECA verso le federazioni nazionali».

IL MERCATO – Giulini dice la sua riguardo il mercato: «Mercato? Sono assolutamente contrario! Questo non aiuta i rapporti di cui parlavo prima. È una follia incredibile pensare ad un mercato aperto 3-4 mesi. Il prossimo mercato dovrà durare poche settimane prima dell’inizio del prossimo campionato, con altre due settimane alla fine del girone d’andata. Ma un mercato lungo rovinerebbe la ricostruzione del calcio fondata su valori più umani».


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE