Gentile: “L’Inter deve riaccendersi ora. Conte chieda una cosa a gennaio”

Articolo di
11 Dicembre 2020, 17:58
Condividi questo articolo

Riccardo Gentile, ospite per “Sky Sport”, ha analizzato la situazione dell’Inter e di Antonio Conte dopo l’eliminazione dei nerazzurri dalle competizioni europee

RIACCENDERSI – Gentile sostiene che l’Inter dovrà subito riaccendere l’interruttore per concentrarsi sul campionato: «Secondo me questo interruttore deve scattare immediatamente. Non parliamo solo di eliminazione dalla Champions, si può essere eliminati in tanti modi, ricordo il Napoli di Benitez eliminato con 12 punti. Questo si è rivelato un girone difficile che è stato sottovalutato, ma l’Inter esce male, con pochi punti, giocando una partita che avrebbe potuto anche vincere, ma non quella che ci aspettavamo; contro il Borussia avevo visto un atteggiamento diverso. Se parliamo di Europa dobbiamo parlare di fallimento, l’anno scorso aveva raggiunto la finale di Europa League e andavano fatti i complimenti, ora non possiamo fare complimenti perché l’Inter è uscita male. C’è tutto un campionato da giocare con possibilità di essere protagonisti. La domanda è se risponderà subito a Cagliari, non lo so, riaccendere subito l’interruttore contro una squadra che corre, con la mente libera e con un grande allenatore non è facile».

IL DISTACCO – Gentile non crede che il distacco dalla vetta, più ampio rispetto a un anno fa, possa essere attualmente un problema: «L’anno scorso c’era la Juventus davanti, quest’anno c’è il Milan e non me ne vogliano i tifosi rossoneri, ma questa squadra sta facendo più di quanto era lecito pensare. Non è da escludere che continui, ma ho qualche dubbio. Non credo crollerà, ma perderà un po’ di terreno e chi starà sotto dovrà essere bravo ad approfittarne. Se fossi l’Inter non sarei preoccupato per questo distacco dalla vetta superiore rispetto all’anno scorso. Questa è una squadra che ora deve giocare una sola competizione e credo che Conte debba parlare con la società per chiedere la cessione di 3-4 giocatori perché è una rosa sproporzionata per il reale bisogno della squadra. Ci sono giocatori che non abbiamo mai visto e che non vedremo mai, meglio essere un po’ meno, fare gruppo, squadra, per un unico obiettivo».

VINCERE INTERESSE DI TUTTI – Gentile sostiene che ricompattare l’ambiente verso lo scudetto sia interesse di tutti: «Io credo che sia l’interesse di entrambe le parti. Si può non andare d’accordo su alcuni punti, ma l’obiettivo è fare il meglio e vincere il campionato, poi si potranno fare valutazioni a fine stagione, ma conviene a tutti. Alla proprietà per i soldi spesi e per centrare il primo titolo da quando è all’Inter e per Conte che ha sempre vinto in carriera e non vuole essere da meno. Nessuno mette in dubbio le sue capacità, ma in questa fase c’è qualcosa che non va».




© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE




Inter-News offre un servizio gratuito ai suoi lettori, a cui non chiediamo nulla, si regge solo sulla raccolta pubblicitaria. Se usi un Ad Blocker ci impedisci di reperire i fondi necessari al mantenimento della struttura e al pagamento della redazione. Per cortesia, se ti piace Inter-News, disabilita il tuo Ad Blocker per questo sito. Grazie e buona lettura.