Gds: Belfodil e quei 9 milioni mai pagati

Articolo di
1 Marzo 2015, 11:06
belfodil
Condividi questo articolo

Ishak Belfodil è stato uno dei flop più clamorosi della storia recente nerazzurra. Arrivato l’estate di due anni fa, fallì grossolanamente nella sua avventura interista. L’attaccante franco-algerino fu al centro di alcune “polemiche” per il costo eccessivo della trattativa che lo portò dal Parma alla società milanese. La “Gazzetta dello Sport”, nella sua edizione odierna, mette un po’ di ordine.

FALLIMENTO – Fortemente voluto da Marco Branca, Belfodil arrivò alla corte di Mazzarri nel luglio del 2013 con una valutazione di 9 milioni di euro, soldi mai effettivamente andati al Parma. L’allora direttore sportivo del club ducale, Leonardi, propose l’algerino con una valutazione che era intorno ai 18 milioni. L’Inter optò per la comproprietà, cedendo definitivamente ai gialloblù Antonio Cassano. Con questa operazione la società di Corso Vittorio Emanuele avrebbe dovuto versare nelle casse del club emiliano solo 3 milioni.

COSTO ZERO – Dopo il flop, prima con Mazzarri e poi con il Livorno, l’Inter non ci pensò due volte e rispedì l’attaccante magrebino alla casa madre. I nerazzurri non pagarono la cifra pattuita, però, ipervalutarono il cartellino del centrocampista Lorenzo Crisetig e di altri due elementi della Primavera. Facendo così, il valore virtuale a bilancio di Belfodil era sì di 9 milioni di euro, ma conti alla mano il Parma non vide un euro dalla società milanese.


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE