Galli: “L’Inter per oltre un’ora ha comandato. Milan un peso, rigore…”

Articolo di
18 marzo 2019, 23:49
Giovanni Galli

L’ex portiere Giovanni Galli, intervistato dal sito “Milan News”, ha analizzato il derby Milan-Inter di ieri sera. Secondo lui i nerazzurri hanno complessivamente fatto meglio nella stracittadina, con Gianluigi Donnarumma colpevole in alcune circostanze.

DOMINATI O QUASIGiovanni Galli commenta il derby di ieri: «Ho visto due squadre che hanno fatto una buona partita, anche se è vero che per oltre un’ora è stata l’Inter a comandare la gara. Poi c’è stato il gol dell’1-2 e sembrava che l’inerzia fosse cambiata. Il rigore ha ridato certezze e sicurezze all’Inter, ma il Milan non ha mai mollato. Gennaro Gattuso ha inserito una seconda punta, cambiando l’assetto tattico della squadra, cercando di recuperare anche due gol di svantaggio. Il Milan credo abbia risposto anche bene, l’Inter era forte di due gol ed è riuscita a difendersi bene, meritando complessivamente nei novanta minuti. Il Milan, probabilmente, ha subito la pressione mentale del derby. Il peso della partita era tutto sulle spalle dei rossoneri, dopo aver recuperato sull’Inter un grande svantaggio in classifica e giocando in casa. Ho visto una squadra che non era libera mentalmente com’è stato nelle partite precedenti».

PORTIERE – Galli, da ex estremo difensore, si sofferma su Gianluigi Donnarumma e sul primo gol: «Lui era posizionato sul primo palo, c’è stato questo cross tagliato, è opinabile dire se potesse fare qualcosa di più o meno. Secondo me, anche se il pallone era complicato, poteva fare meglio sul secondo gol, perché va con la mano opposta, non con la sinistra, non accorciando la distanza. Dieci minuti dopo, invece, è stato bravissimo nella stessa situazione ad andare a prendere una palla quasi all’incrocio con la mano sinistra. Questo tipo di intervento, probabilmente, si sarebbe potuto fare anche sul colpo di testa di Stefan de Vrij. Detto questo, il fatto che sul primo gol ci sia stata una disattenzione collettiva, scagiona Donnarumma. Matias Vecino è rimasto solo in un’altra occasione pochi minuti dopo e si è divorato un gol già fatto, così come Milan Skriniar saltato tutto solo su un calcio d’angolo nel primo tempo. Questi sono gli errori da andare a sottolineare».

ARBITRO«Il rigore c’è, per me, Samu Castillejo ha toccato il piede di Matteo Politano, che era riuscito nel dribbling e avrebbe potuto calciare in porta. Anche se involontariamente, ma se tocchi il piede dell’avversario, è un danno procurato e quindi giusto assegnare il tiro dagli undici metri. L’Inter ha avuto la bravura e la fortuna di vincere il derby a tre giorni dall’eliminazione con l’Eintracht Francoforte e nessuno parla più di quella sconfitta».

Fonte: MilanNews.it – Thomas Rolfi

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE