Mondo Inter

Galante: «Moratti sentiva più Inter-Juventus che Inter-Milan! Lukaku devastante»

Galante – ex difensore dell’Inter -, intervenuto come ospite a “Sky Sport”, viene interpellato su Inter-Juventus. Tra gli aneddoti del passato con Moratti e la situazione presente, ciò che resta immutata è l’importanza di portare a casa i tre punti. Con Lukaku sotto i riflettori

TRIANGOLARE TRICOLORE – La classifica di Serie A ancora non vede grande distanze ai vertici, Fabio Galante crede alla lotta a tre come ai vecchi tempi: «La Juventus sulla carta è ancora la squadra da battere per me. Ma adesso non deve più sbagliare o comunque farlo il meno possibile. Il Milan è primo perché sta facendo bene. L’Inter, non avendo più le coppe europee, può puntare tutto sul campionato e come giocatori non è inferiore alla Juventus. Se la giocherà fino alla fine».

DERBY A CONFRONTO – Galante sottolinea l’importanza di partite simili: «Vincere uno scontro diretto così dà fiducia e morale. Ai miei tempi, il Presidente Massimo Moratti sentiva più questa partita che il Derby di Milano (sorride, ndr). Fa capire tutta l’importanza di vincere per i giocatori e per i tifosi dell’Inter. Dà fiducia nei propri mezzi, oltre ai tre punti che sono molto importanti. Anche quest’anno si arriverà molto vicini, vincere lo scontro diretto è importante. Noi eravamo sempre costretti a vincere (ride, ndr). Quando incontravamo gli squadroni mi faceva piacere, lo stadio pieno dava più carica. Giocare senza pubblico diventa molto difficile, per questo giustifico allenatori e giocatori. Non c’è più il fattore campo. Non è facile giocare in queste situazioni. Faccio i complimenti agli allenatori che devono preparare le partite in queste condizioni. Mi auguro che sia una bella partita, ma non sarà mai come quelle del passato».

L’IMPORTANZA DI LUKAKU – Per Galante non ci sono dubbi sul protagonista più atteso: «Vedendo tutte le partite dell’Inter, quando gioca Romelu Lukaku è veramente fondamentale. Al di là della sua bravura, tiene impegnati almeno due uomini ogni volta. Lukaku è devastante e fondamentale. Inoltre è anche veloce per la sua stazza. Per me è casuale che nelle grandi partite non abbia sempre segnato. Paradossalmente, è più fondamentale di Cristiano Ronaldo, Edin Dzeko e altri attaccanti. Tutte le azioni dell’Inter sono palla a Lukaku, e riparte».

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Place this code where you want the "Below the article_Feed" widget to render:
Back to top button
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Adblocker rilevato! Per cortesia leggi questo messaggio

Il sistema ha rilevato che stai usando AdBlock Plus un altro sistema adblocking

 

Noi non usiamo popup, flash, audio in autoplay o altri tipi di pubblicità invadenti e fastidiose

La pubblicità è l\'unico modo che abbiamo per reperire i fondi necessari al mantenimento delle infrastrutture e della redazione.

 

Per favore aggiungi www.inter-news.it alla whitelist del tuo sistema AdBlock.

Refresh