Frecciate, falsi infortuni e ipocrisia: Icardi mira alla pazienza dell’Inter – GdS

Articolo di
5 marzo 2019, 11:09
Icardi Inter

Come riportato dal commento di Andrea di Caro per la “Gazzetta dello Sport”, l’Inter e Mauro Icardi sono arrivati a un punto di non ritorno. Con l’argentino che continua ad abusare della pazienza del club (abbandonando la squadra contro l’Eintracht) che non cambia la propria posizione.

PUNTO DI NON RITORNO? – “Ci si può chiedere però se sia stato giusto da parte del club mandare in avanscoperta il tecnico, reduce da un dannoso ed evitabile botta e risposta mediatico col giocatore prima di Cagliari, invece di preparare un incontro per gettare le basi di una possibile pace (anche armata, se necessario) fino a fine stagione. Perché era chiaro che la querelle non si sarebbe chiusa con un semplice: «Ok rientro». Si è andati troppo avanti e troppo oltre”.

PRIMA IL CLUB – “Ma è altrettanto vero che l’Inter non intende pregare Icardi e condizionare la sua linea societaria al risultato di una partita. Farlo non sarebbe real politik, ma un segno di debolezza. È giusto che il club provi a ritrovare le qualità di uno dei suoi giocatori migliori, ma senza perdere la credibilità. E anzi fissando anche un punto di non ritorno. Perché Icardi non può pensare di portare avanti il suo dolore al ginocchio all’infinito senza ripercussioni presenti o future”.

NON ABUSARE MAURO – “Meglio non abusare della proverbiale pazienza cinese. Con due anni davanti di contratto, per quanto rappresenti un patrimonio del club, Maurito non può pensare di dettare le regole. E tantomeno a chi – estremizzando – può permettersi anche economicamente di lasciarlo sul lettino dei massaggi per due anni”.

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE