Ferrara: “Inter, se non è Conte qual è l’allenatore ideale? Equivoco tattico”

Articolo di
13 Luglio 2020, 10:27
Ciro Ferrara
Condividi questo articolo

Ferrara è stato compagno di squadra di Conte e può dare un giudizio più approfondito sul modo di lavorare dell’allenatore dell’Inter. L’ex difensore di Napoli e Juventus lo ha fatto ospite di “Pressing Serie A” su Italia 1‚ dove ha fatto notare come il problema non possa essere sempre e solo in panchina.

ANALISI PIÙ PROFONDACiro Ferrara ritiene che, nonostante le voci degli ultimi giorni, Antonio Conte resterà all’Inter: «Sì, penso di sì. Non dimentichiamo che, se l’Inter oggi vince la partita, va seconda in classifica. Voglio solo aggiungere una cosa: io non so dove siano i torti e le ragioni, probabilmente c’è qualche equivoco tattico nell’inserimento di vari elementi. Però: non va bene Conte, non andava bene Luciano Spalletti, qual è l’allenatore ideale? Non è possibile lavorare in questa maniera. Il problema è che hai mandato via con Spalletti e hai dovuto ricominciare da capo. Questa frenesia, data anche dalle pressioni esterne che ci sono, fa in modo che la società debba improvvisamente cambiare allenatore e ripartire ogni volta da capo. Quando i risultati si ottengono è perché, evidentemente, tutte le componenti hanno lavorato nella stessa direzione. Se l’Inter arriva seconda in campionato ha fallito? A me sembra di no».


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato



tifointer





ALTRE NOTIZIE