Facchetti Jr.: “Icardi? Basta puntare il dito. Anche Nainggolan e Perisic…”

Articolo di
23 aprile 2019, 13:22
Gianfelice Facchetti

Gianfelice Facchetti, figlio della leggenda nerazzurra Giacinto Facchetti, ha parlato a Radio “MC Sport” di diverse situazioni in casa Inter, tra cui la scelta dell’allenatore per la prossima stagione e lo spinoso caso legato a Mauro Icardi

SCELTE IN PANCHINA – «Conte o Spalletti? Preferirei investire su dei giocatori più che su un allenatore. Cercherei di rinforzare la rosa con elementi che garantiscano la cresciuta, mandare via Spalletti mi sembra una scelta strana. Da qui a fine stagione capiremo meglio le strategie della dirigenza».

RESPONSABILITÀ – «Icardi fino a fine campionato lo lascerei in pace. Ha sbagliato, forse pagherà, ma la finirei con l’Inquisizione. Il giocatore è fortissimo a prescindere dal clima, poi chiaro che la presenza di un procuratore così ingombrante rende incompatibile il suo ruolo nello spogliatoio come leader. Le responsabilità sono di tutti, basta puntare il dito contro di lui. Sicuramente definire positiva la stagione di Nainggolan è difficile, lui doveva portare quello che serviva in certe partite, ma non abbiamo visto il salto di qualità. Anche Perisic non è stato all’altezza, quindi non vorrei che dietro a Icardi si nascondessero in troppi».

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE