Europa League è una vetrina, Sanchez deve rispondere – TS

Articolo di
19 Febbraio 2020, 10:14
Sanchez
Condividi questo articolo

“Tuttosport” sottolinea che l’Europa League è un’occasione per Alexis Sanchez. Il cileno si gioca il riscatto e ha una vetrina importante.

OCCASIONE – L’Europa League, il campionato in piena lotta scudetto a tre e la semifinale di ritorno di Coppa Italia. La stagione entra nella fase più trafficata per l’Inter.il momento ideale per chi ha voglia di mettersi in mostra e finora non ha avuto moltissimo spazio. In casa nerazzurra è l’identikit di Alexis Sanchez. L’attaccante cileno è stato l’ultimo colpo a effetto del mercato estivo, fortemente voluto da Antonio Conte che lo aveva sempre inseguito nel corso della carriera. Ma diversi fattori hanno finora impedito al ‘Niño Maravilla’ di lasciare il segno con la maglia dell’Inter. In primo luogo l’esplosione di Lautaro Martinez. A inizio stagione non erano scontate le gerarchie del reparto offensivo nerazzurro. Anzi, Sanchez poteva ambire al ruolo di spalla di Lukaku.

POCHE OCCASIONI – Ma il rendimento del numero 10 argentino è andato al di là delle aspettative. A Sanchez sono rimaste poche chance residuali. Qui è arrivato il secondo fattore: l’infortunio rimediato a ottobre nei giorni successivi al suo unico gol, segnato a Marassi contro la Sampdoria. E a breve distanza dalla sua miglior prestazione in nerazzurro, quella al Camp Nou di Barcellona contro la sua ex squadra. Lo stop in infermeria di tre mesi quindi è arrivato nel momento peggiore e gli ha permesso di rivedere il campo solo a gennaio. A quel punto metà stagione era andata. E nel frattempo Lautaro e Lukaku hanno continuato a viaggiare ad alta quota. Sanchez, però, ha dimostrato di essere sempre pronto. Lo ha fatto quando il Toro è stato squalificato dopo il “rosso” per proteste contro il Cagliari, aiutando a produrre due gol, contro Udinese e Milan.

RISCATTO DA STABILIRE – Sono pillole di Sanchez, di quella brillantezza di gioco che rende il cileno un attaccante utilissimo, capace di stappare le partite più ferme. Ma finora è mancata la frequenza per esibire queste giocate. Adesso il calendario amplia il ventaglio delle opportunità. L’Europa League, a partire dai sedicesimi con il Ludogorets, può diventare una vetrina spaziosa per i colpi di Sanchez. Tre mesi a disposizione anche per scrivere qualche certezza in più sul suo futuro nerazzurro. Il giocatore è in prestito dal Manchester United. Ma senza obblighi di riscatto. Quindi dovrà convincere i dirigenti da qui a maggio. Pure in questo caso il numero 7 deve risalire da qualche posizione di svantaggio. Il club nerazzurro ha iniziato a guardarsi in giro avvicinando profili simili a quello di Sanchez per la collocazione in campo: su tutti, quello di Dries Mertens, in scadenza di contratto con il Napoli a giugno. L’Inter è in buona posizione, ma il futuro del belga non è ancora scritto. Altri club ci provano. E non è ancora escluso un rinnovo sul rettilineo finale con il Napoli. Sanchez può ancora recuperare terreno. La trattativa con il Manchester United è ancora tutta da scrivere. L’Europa League può essere la grande alleata del Niño Maravilla.


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE