Eto’o: “Inter, puoi vincere lo scudetto! Io e Mourinho uniti da Moratti”

Articolo di
23 Febbraio 2020, 16:05
Eto'o Mourinho
Condividi questo articolo

Samuel Eto’o, ex attaccante dell’Inter, ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni di “Sky Sport”. Il camerunense ha quindi parlato della squadra di Conte, ma anche di un mancato ritorno

INTER – Samuel Eto’o ha prima parlato dell’Inter di Antonio Conte: «I nerazzurri, dopo numerosi alti e bassi, hanno ritrovato il rispetto di sempre: sono contento, può vincere lo scudetto. Conte non lo trovo cambiato, mi sembra sia lo stesso rispetto all’allenatore visto con Juventus e Chelsea: ha una propria idea di calcio e vince attraverso quella».

PASSATO – Eto’o ha parlato anche del rapporto con Rafa Benitez: «Tra noi ci fu un buon rapporto. Poi ogni mister ha la propria filosofia e prende delle decisioni che non sempre i calciatori riescono a comprendere, ma non sono sorpreso di ciò che sta facendo con l’Atalanta: è una squadra che gioca veramente bene. Detto ciò, ripeto: mi auguro che sia l’Inter a vincere il titolo».

TRIPLETE – Inevitabile parlare di quanto successo nella stagione 2009/2010: «Ciò che abbiamo fatto insieme a Mourinho è stato unico e irripetibile: bello che, ancora oggi, sia in contatto con le persone di quella Inter. Non è scontato, anzi, in questo mondo è raro. Vuol dire che siamo andati oltre la partita in sé e le battaglie sportive che abbiamo combattuto assieme. Ci legava un qualcosa di particolare, direi una persona. E quella persona si chiama Massimo Moratti: lo saluto e lo ringrazio di nuovo. Nel calcio attuale, mancano presidenti come lui. Prima di andare alla Sampdoria chiesi all’Inter di tornare, ma sapevo che sarebbe stato difficile».

GRANDE UOMO – Eto’o ha poi parlato di Sinisa Mihajlovic: «Abbiamo un carattere molto simile, è un uomo incredibile: solo lui potrà risollevarsi da questa situazione, perché è un campione. Se fosse successo ad altri, credo che non sarebbe stata la stessa cosa. A Genova mi diede tanti consigli, che mi hanno aiutato nel finale della mia carriera».

SARRI – Eto’o in chiusura ha parlato di Maurizio Sarri: «L’allenatore della Juventus è diverso rispetto a quello dell’Empoli o del Chelsea: in Toscana giocava in un certo modo, con personalità costruendo da dietro. Ed era bellissimo. Oggi non vediamo tecnici come Guardiola che fanno giocare le proprie squadre, magari rischiando di perdere, tuttavia facendo divertire i tifosi. Vedo la Juve e non so: hanno Cristiano Ronaldo, il migliore di tutti i tempi, oppure Dybala, un altro fenomeno. Infatti mi piacerebbe rivedere il Sarri di Empoli, potrebbe dare veramente tanto: credo manchi ancora qualcosa, me ne sono accorto guardando la partita contro la Spal».

Fonte: gazzetta.it


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE