Eriksen, l’Inter si aspetta un balzo in avanti per progettare il futuro – GdS

Articolo di
15 Maggio 2020, 09:38
Christian Eriksen Ludogorets-Inter
Condividi questo articolo

“La Gazzetta dello Sport” sottolinea la volontà dell’Inter di stringersi intorno a Christian Eriksen, per consentirgli di esprimersi al meglio. Antonio Conte ha pensato a come inserire il danese durante tutta la quarantena. Non è ancora dato sapere se la Serie A riaprirà i battenti a metà giugno. Ma in quel caso, il club nerazzurro si attende segnali diversi dal suo fuoriclasse

SOLITI DUBBI – Un cambio di passo per convincere Antonio Conte. Ma in che modo? Christian Eriksen ha vissuto con intensità la sua esperienza in Italia. Arrivato con grande clamore, divenuto presto preda di un periodo di adattamento che ne ha congelato le aspettative. Poi, la pandemia e lo stop alla Serie A, che ancora fatica a vedere la luce. L’Inter ed Eriksen si sono lasciati con un ricordo amaro: il danese non ha entusiasmato nella silenziosa sfida scudetto persa contro la Juventus. Diverso tempo, e altrettante polemiche dopo, la matrice del discorso è la stessa. Il danese riuscirà a prendersi un ruolo non da comparsa nel cast di Conte?

CAPIRSI – Il tecnico salentino è cosciente di avere un’arma letale a disposizione. Eriksen è fuoriclasse intorno al quale costruire l’Inter del futuro e i pregiudizi sull’integralismo di Conte restano infondati. Già ai tempi del Chelsea, l’allenatore aveva cucito uno spartito tutto ritmo e fantasia intorno alle sterzate di Eden Hazard e Willian. Il cambio modulo non è una chimera in casa nerazzurra. Ma allora cosa manca ad Eriksen? Il ritmo-Conte, certo. Ma quella è un’attenuante fino ad un certo punto. Ovvio che il brusco stop, dovuto alla pandemia, ha rallentato l’inserimento e alimentato le voci di dissidio. Ma Eriksen resta un punto c’entrare dell’Inter che verrà, al netto di alcune cose da mettere in chiaro.

ARTISTA – Prima di inserire Eriksen, l’Inter deve capirlo. Su questo punto Conte ci avrà sbattuto la testa durante tutta la quarantena. È essenziale mettere il danese a suo agio per poterlo veder dipingere in campo. Mezzala nel 3-5-2? Finto esterno sinistro nel 4-4-2? Complicato dirlo così, più facile rendere concreto lo spartito. Certo è che Antonio Conte si aspetta un cambio di atteggiamento da parte del danese, che è probabilmente il substrato da cui far partire ogni tipo di discorso tattico. D’altronde, se l’abito da sera è già pronto e appeso alla sua gruccia, ma manca l’ospite d’onore, la serata difficilmente può avere inizio.

Fonte: La Gazzetta dello Sport – Davide Stoppini


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE