Entusiasmo Inter, con Conte la strada è definita e piace – CdS

Articolo di
28 giugno 2019, 11:06
Antonio Conte
Condividi questo articolo

Roberto Perrone nel suo editoriale sul “Corriere dello Sport” sottolinea l’entusiasmo dei tifosi dell’Inter. Merito anche della nuova linea di Conte.

ENTUSIASMO – Inter-entusiasmo. Il club nerazzurro ha chiuso la campagna abbonamenti poco sotto le quarantamila tessere. Gli altri biglietti li venderà di volta in volta, facendo cassa. La speranza di vincere ai tifosi non è mai mancata, L’Inter ha sempre avuto medie di spettatori altissime, ma chiudere con le tessere un mese prima rispetto al 2018 dice molto di più. Mentre è già partita la lista d’attesa per il 2020-2021, alla speranza si è aggiunta la convinzione che sia possibile interrompere lo strapotere Juventus.

NUOVI ARRIVI – La motivazione deriva proprio dall’arrivo di due degli artefici dell’ottovolante bianconero, Beppe Marotta e Antonio Conte. L’ingaggio di VotAntonio, per molti tifosi nerazzurri gemello (non tanto diverso) di José Mourinho, ha scatenato pensieri positivi. Al di là della sua derivazione juventina, i tifosi hanno compreso due aspetti collegati alla sua presenza: innanzitutto una campagna acquisti mirata, molto simile, per i costanti suggerimenti del tecnico che vuole giocatori adatti al suo gioco (anche alla Juventus cominciò con un esterno, il poi deludente Eljero Elia, ora Valentino Lazaro), a quella del biennio setubaliano.

CONTE CENTRALE – Poi la centralità del pensiero contiano nella gestione di Appiano Gentile. Conte, secondo aspetto, si occupa delle risorse umane a 360 gradi, non solo delle questioni tecniche, con la collaborazione di Oriali e di Marotta. Non si sentirà più, come nei mesi più bollenti dell’Icardeide, la frase “voglio parlare con Zhang”. Non si scavalca l’area tecnica. Si parla con Conte. Fine. Pur con tutta la riconoscenza per Massimo Moratti, le ultime vicende hanno fatto crescere nei tifosi nerazzurri il desiderio di farla finita con il “prima i giocatori” e con l’elogio della pazzia. C’è voglia di pragmatismo nell’aria bollente di Milano.

PRIMA IL GRUPPO – A questo proposito, ha suscitato un alto gradimento l’atteggiamento tenuto dal club nel caso Icardi. Pur tra qualche sbandamento, la linea “prima la squadra”, criticata da molti opinionisti, ha goduto del sostegno popolare. Tutto questo, allenatore, dirigenti, società pronta a investire, riporta ai tempi del “Milan l’è on Gran Milan”, dove tutti facevano il loro mestiere e si tirava dritto. La nuova Inter, con Conte che torna dalle vacanze per andare a visitare la nuova sede, perché gli importa di tutto, è qualcosa di nuovo eppure d’antico. Ai “bauscia”, questo attaccamento al posto di lavoro piace molto. E hanno fatto a gara per avere una tessera di prima fila.


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE