Ecco come la Lega pensa di gestire gli stadi: divisione in zone – TS

Articolo di
5 Maggio 2020, 11:08
Paolo Dal Pino presidente Lega Serie A
Condividi questo articolo

“Tuttosport” fa il punto sulle linee guida della Lega Serie A per quanto riguarda gli stadi per fare in modo di giocare in sicurezza.

GESTIRE GLI STADI – Le linee guida per la ripresa in sicurezza delle competizioni comprendono, chiaramente, anche gli stadi. Prevedono siano divisi in tre “zone” e che per ognuna vi sia una pianificazione “statico/dinamica” del percorso. In questo modo tanto le squadre quanto gli arbitri e i vari operatori possano arrivare in sicurezzaa spogliatoi e terreno di gioco. Vi saranno protocolli molto rigidi per le interviste pre e post gara e per ripresa delle gare per la trasmissione in tv. Sospese in questa fase le zone miste e non contemplato l’accesso dei giornalisti allo stadio. Le linee guida non trascurano nemmeno il ruolo del match analyst e dei fotografi.

NO CAMPI NEUTRI – Per poter giocare serviranno accorgimenti particolari per sanificazione e utilizzo degli spogliatoi, per squadre e arbitri. Non viene lasciata al caso neppure la procedura da seguire nel pre gara, durante l’intervallo e alla fine della partita. La Lega non ha preso in considerazione che si giochi solo in alcune aree geografiche ricorrendo quindi ai campi neutri. Sia per evitare disagi ai club che sarebbero continuamente in viaggio, sia perché le norme sui viaggi garantiscono la massima sicurezza.


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE