Mondo Inter

Dott. Cecchi: «Eriksen, all’Inter tutti i controlli. Infiammazione? Si può curare»

Franco Cecchi, dottore specialista in Malattie cardiovascolari e Cardiomiopatie, fondatore e presidente dell’Associazione di pazienti con cardiomiopatia, intervenuto sul “Corriere dello Sport” ha parlato di Christian Eriksen e della possibilità di tornare a giocare in Italia.

POSSIBILE INFIAMMAZIONEEriksen, con la premessa che la cosa più importante oggi, a prescindere dal suo ritorno in campo o meno (in Italia o altrove), è prima di tutto la sua serenità e la sua salute. Il Dott. Franco Cecchi dell’Università di Firenze, intervenuto sul “Corriere dello Sport” ha parlato della possibilità di tornare a giocare in Italia: «Possibile miocardite infiammatoria, per esempio da mononucleosi o da citomegalovirus o da un virus che lo ha infettato in modo asintomatico anche mesi prima. Avere queste informazioni ci permetterebbe di sapere se è rimasta latente un’infiammazione. Si cura la causa e quando si è sicuri che si è “spenta” si potrebbe anche togliere il defibrillatore, se questo ostacola il ritorno in campo. Quando è arrivato all’Inter è stato sottoposto a tutti gli screening cardiovascolari. E in Italia siamo severissimo in questo campo. Era tutto a posto, così come negli screening inglesi fino al 2019. Ora si possono fare supposizioni perché non conosciamo i risultati degli esami fatti a Copenhaghen. Purtroppo non c’è coordinamento tra federazioni e società. Con una storia clinica, e non solo cardiaca, si potrebbe realmente fare una previsione precisa».

Fonte: Corriere dello Sport

© Inter-News.it - Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News.it) e il link al contenuto originale
Back to top button