Di Gennaro: “Lautaro, troppe aspettative. No regista? Ecco soluzione”

Articolo di
19 agosto 2018, 23:51
Antonio Di Gennaro

Antonio Di Gennaro – intervenuto alla “Domenica Sportiva” su Rai 2 in qualità di opinionista – ha commentato le difficoltà dell’Inter contro il Sassuolo nella sconfitta per 1-0 di questa sera

SOLUZIONE DIFESA A 3 – «Magnanelli migliore in campo fa capire che quello del regista è un ruolo importante, un ruolo che all’Inter manca. Brozovic può fare il regista, ma non ha i tempi giusti, mentre Vecino è un mediano. Passare alla difesa a 3 ci può stare, Spalletti lo ha già fatto anche a Roma. Può farlo, ma ha tanti esterni d’attacco e bisogna vedere chi sta fuori. Si tratta comunque di una scelta che Spalletti ha nel suo modo di pensare calcio. Stasera aveva a disposizione De Vrij e Skriniar, per fare la difesa a 3 avrebbe dovuto adattare D’Ambrosio».

MODRIC E LAUTARO – «L’uomo su cui puntare? Spalletti sperava in Modric, lui stesso ha confermato che avrebbe voluto l’Inter, questo vuol dire che c’era la possibilità di arricchire la squadra a livello di classe, con quel tipo di giocatore che serve all’Inter. Nainggolan non ha queste caratteristiche, fa i gol, ma a Spalletti serve un giocatore che prenda in mano la squadra. Lautaro? Troppe aspettative su di lui, ma è un giocatore che ha forza e fame. Icardi può essere aiutato da lui. Questa sera il Sassuolo ha avuto un ritmo diverso, arriva sempre prima sulle seconde palle. L’Inter aveva alcuni titolari fuori, ma sono giocatori con ancora poca condizione ed è meglio non rischiare infortuni. Una menzione al campo: era incredibile, non ha giustificazioni al 19 di agosto».







ALTRE NOTIZIE