De Vrij: “Ogni volta con l’Inter bellissima esperienza. Difesa a tre…”

Articolo di
20 Marzo 2020, 17:23
De Vrij
Condividi questo articolo

De Vrij ha appena concluso l’interazione con i tifosi sui profili social ufficiali dell’Inter. Dopo la prima parte (vedi articolo) il difensore olandese ha proseguito con le risposte su vari argomenti, non solo riguardanti il campo.

COMPAGNO DI REPARTO, NON ALL’INTERStefan de Vrij nell’Olanda gioca assieme a Virgil van Dijk, del quale dà un giudizio: «È molto bello giocare con lui, perché è un difensore fortissimo. Posso imparare da lui, poi anche fuori dal campo è una bravissima persona. È un piacere giocare con giocatori come lui. Van Dijk è fortissimo, da lui si può imparare tanto. Lo vedi, guardi cosa fa e come risolve le situazioni, poi cerchi di imparare e lo porti con te in nazionale e nel club. Cerco sempre di fare il massimo e di migliorare. In questo momento non è il tempo di pensare ai viaggi, perché dobbiamo stare a casa. Non ci ho pensato, ma sicuramente sarà un bel viaggio».

EXTRA INTER – De Vrij risponde a domande riguardanti la sua carriera: «Sinceramente quando ero giovane ho iniziato come attaccante, ma poi sono retrocesso subito a centrocampo. Quando avevo quindici-sedici anni sono diventato terzino e poi in prima squadra ho sempre giocato centrale, che è il mio ruolo preferito. Il calcio era il primo sport che ho iniziato a fare, però ho giocato anche a tennis. C’è stato un momento dove ho dovuto scegliere fra tennis e calcio, penso che ho scelto bene. Ci sono tantissimi giocatori che ho seguito quando ero piccolo, da cui ho cercato di imparare. Ho sempre voluto diventare la migliore versione di me stesso, è questo che mi ha ispirato. Abbiamo bisogno di tutte le qualità, non ce n’è una che è più importante, però direi che leggere le situazioni è la più importante».

SCELTE – A de Vrij viene chiesto se ha preferenze sulle maglie di quest’anno dell’Inter: «Mi piacciono tutte e tre, però la terza è la più bella secondo me. Anche quella verde mi piace tanto. Quando passerà questa situazione e torneremo ad allenarci cercheremo di migliorare ogni aspetto con il lavoro, come abbiamo sempre fatto sinora. Prima dobbiamo battere quest’avversario, poi penseremo al calcio. La prima volta con l’Inter? È stata un’esperienza bellissima, come ogni volta che scendiamo in campo. Modulo in difesa? Tre o quattro non fa differenza, dipende da come giochi. Quando è tutto chiaro non c’è tanta differenza. Un messaggio ai tifosi? State a casa e speriamo che passi».


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE