De Vrij leader della difesa, col Psv ha un precedente da dimenticare – GdS

Articolo di
2 ottobre 2018, 11:03
de Vrij

Stefan de Vrij ha avuto un impatto immediato e deciso nella difesa dell’Inter. La “Gazzetta dello Sport” ricorda però un suo precedente doloroso col Psv.

NUOVO LEADER – De Vrij si è già ritagliato un ruolo importante nella difesa dell’Inter. L’innesto dell’olandese ex-Lazio ha raddoppiato potenza e leadership. Stefan si è imposto con la calma dei forti. I suoi numeri su palle recuperate, difesa sui dribbling, contrasti, tiri respinti sono tutti di molto superiori alla media del ruolo, in Serie A. E risultati simili si vedono anche nelle statistiche che provano a riassumere la fase d’impostazione. Dati che confortano l’impressione visiva di chi lo applaude a San Siro.

RICORDO DA CANCELLARE – Al Philips Stadion non gli è sempre andata così bene: otto anni fa, nell’ottobre 2010, il diciottenne de Vrij era al centro della difesa del Feyenoord contro il Psv. Il «club del popolo» ne prese dieci, in una debacle storica (10-0) favorita ma non giustificata dall’uomo in meno dopo 34’. Due a zero al 45’, pioggia di reti nella ripresa: riguardando le immagini si vede Stefan spesso sperduto in mezzo all’area, ad allargare le braccia dopo un gol subito. Sull’ottavo Engelaar gli salta in testa, sul nono e decimo si intuiscono crisi di nervi. Il ricordo gli è rimasto di sicuro, la voglia di dimostrare che molto è cambiato, pure.

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE