De Grandis: “Miranda ministro della difesa. Icardi…”

Articolo di
2 gennaio 2016, 17:33
Miranda

Stefano De Grandis, giornalista di “Sky Sport”, è intervenuto negli studi di “Sky Sport 24” per parlare dell’attuale situazione dell’Inter e di alcuni dei suoi protagonisti

MIRANDA – Uno dei protagonisti assoluti della prima parte di stagione dell’Inter è senza dubbio Joao Miranda, l’uomo necessario alla difesa nerazzurra per cambiare registro rispetto allo scorso campionato. In merito ha parlato Stefano De Grandis, giornalista di “Sky Sport”, definendolo il leader della difesa: «La prima cosa che mi viene in mente parlando dell’Inter è Miranda che è un po’ il ministro della difesa. L’Inter ha dimostrato di essere più forti degli altri nel fatto della stabilità, nel non prendere gol. Miranda è il ministro della difesa ancor più di Handanovic: l’Inter non prende gol, ma Handanovic c’era anche l’anno scorso mentre Miranda con la sua eleganza e costanza ha permesso all’Inter di avere stabilità difensiva ma anche capacità di uscire palla al piede. Credo sia l’usato sicuro preso dall’Inter. Quest’anno gioca accanto a Murillo e non è un caso che l’Inter non abbia ancora preso gol di testa: Mancini ha puntato sui centimetri perché la “Grande Inter” che vinse prima con lui  e poi con Mourinho era forte fisicamente che quando non segnava su azione la metteva dentro su calcio paizzato. Miranda-Murillo e forse anche Icardi rappresentano questo. Attraverso la forza l’Inter può sopperire alla mancanza di estetica e bellezza della manovra».

ICARDI – «Se penso a Icardi penso al margine di miglioramento della squadra a cui manca la capacità di vincere con largo scarto. Icardi, che l’anno scorso è stato capocannoniere, rappresenta la speranza, la scommessa, tutto quello che un giovane centravanti e un capitano esordiente può garantire. Negli anni scorsi di lui si diceva che era troppo “social”, qualcosa che si pensava potesse essere una distrazione. Io mi sento di fargli i complimenti da questo punto di vista perché esce e non fa polemica, vive benissimo la sua storia e ha approcciato in maniera migliore possibile le difficoltà di spogliatoio come quando non partiva da titolare».

Inter-news.it - Google News Inter-news.it - New Now





ALTRE NOTIZIE