De Grandis: “Lautaro Martinez dodicesimo titolare, non è un Eder! PSV…”

Articolo di
2 ottobre 2018, 17:06
De Grandis

Stefano De Grandis – ospite negli studi di “Sky Sport 24” – dice la sua su PSV-Inter, seconda sfida della fase a gironi di Champions League: il giornalista sottolinea come i nerazzurri siano in un certo senso obbligati a vincere per poter sperare nel passaggio del turno. Di seguito le sue dichiarazioni

DODICESIMO Stefano De Grandis punta su Lautaro Martinez, che non sarà come Eder nello scacchiere tattico dell’Inter: «Io credo che verosimilmente la formazione titolare dell’Inter sia quella che dà più garanzie a Luciano Spalletti: Lautaro Martinez sarà il dodicesimo titolare, non sarà un Eder. La turnazione aiuterà l’Inter perché gioca 2 competizioni e visto che ha vinto con il Tottenham vorrebbe rimanere in Champions. Svolta Tottenham? Per l’Inter significa anche stare con i piedi dentro la Champions, secondo me attraverso quella partita diventi competitivo e c’è una consapevolezza diversa. Chiaramente l’Inter con il Tottenham ha giocato un pezzetto di partita e non ha proprio meritato di vincere, però poi ha vinto contro la Sampdoria, ha inserito Lautaro e piano piano sta mettendo sempre più materiale per riconoscersi come grande squadra».

NESSUN CALO DI TENSIONE – Il giornalista non crede che l’Inter avrà un calo di tensione: «Non credo al calo di tensione perché il PSV fa tanti gol e perché devi fare punti con l’avversario tra virgolette meno pericoloso del girone, altrimenti è inutile battere il Tottenham. Classifica italiana delle difficoltà? Il Napoli è quarto e oggi deve vincere con il Liverpool perché il girone è complicato. Poi ci devo mettere l’Inter perché il girone è difficile, altrimenti sarebbe seconda Inter e terza la Roma ma quest’ultima ha il girone più semplice. Prima la Juventus perché una squadra che vince in 10 uomini senza Ronaldo in casa del Valencia va applaudita».







ALTRE NOTIZIE