Da una Champions all’altra Ranocchia è la congiunzione – TS

Articolo di
27 maggio 2018, 12:51
Andrea Ranocchia Inter-Pordenone

“Tuttosport” sottolinea che il giocatore che unisce le ultime due qualificazioni dell’Inter alla Champions League risponde al nome di Andrea Ranocchia.

FILO CONDUTTORE – C’è un nome che lega le due ultime qualificazioni alla Champions League dell’Inter, quella appena conquistata con la palpitante vittoria in rimonta per 3-2 sulla Lazio all’Olimpico domenica scorsa e quella precedente arrivata sette anni fa con Leonardo in panchina e l’Inter 2a in classifica alle spalle del Milan: Andrea Ranocchia. Il difensore centrale è l’unico segno di congiunzione tra queste due squadre in un ambiente dove tutto è cambiato: allenatori in serie, presidenti e proprietà. Da Leonardo a Spalletti, in mezzo sono passati Gasperini, Ranieri, Stramaccioni, Mazzarri, Mancini, de Boer e Pioli. E si sono alternate tre proprietà: da Massimo Moratti a Erick Thohir fino a Suning.

ORA LEADER – Ranocchia invece dopo due esperienze lontano dalla Pinetina – Sampdoria e Hull City – è ancora in nerazzurro. Sette anni fa, il 22 maggio 2011, era in campo nel 3-1 al Catania che chiuse l’ultimo campionato con approdo in Champions prima del recente ritorno. Sette giorni fa è entrato in campo nel folle finale dell’Olimpico al 36’ del secondo tempo al posto di D’Ambrosio. Per Ranocchia è stata la certificazione di un crescendo che lo ha portato al centro del mondo Inter, come hanno confermato le parole di Spalletti nella conferenza stampa di giovedì. In un ambiente alla ricerca di figure di riferimento il difensore umbro ha progressivamente assunto il ruolo di collante del gruppo. Così sono stati ribaltati tanti pregiudizi delle ultime stagioni che avevano costretto Ranocchia a fare esperienze lontano dall’Inter. In questa stagione qualcosa è cambiato fin dall’inizio con la difesa da parte di Spalletti dalle contumelie di un tifoso nei primi giorni del ritiro estivo.






ALTRE NOTIZIE