Cruz: “Coronavirus Italia, soffro maledettamente. Voglio tornare! Vi spiego”

Articolo di
12 Aprile 2020, 11:35
Julio Ricardo Cruz
Condividi questo articolo

Julio Cruz, ex attaccante dell’Inter, in un’intervista al “Corriere dello Sport” parla dell’emergenza Coronavirus (Covid-19) in Italia, sottolineando la sua volontà di tornare a vivere in quella che lui definisce la sua “patria”. Per agevolare inoltre la crescita professionale del figlio Juan Manuel.

CORONAVIRUS Julio Cruz inizia l’intervista parlando inevitabilmente dell’emergenza sanitaria dovuta al Coronavirus (Covid-19): «Se quello che è successo a Milano succedesse in Argentina sarebbe una catastrofe, una strage, qua da noi la sanità è molto indietro rispetto a quella italiana. Ecco perché quando la gente che per le strade di Buenos Aires fa finta di niente, come se noi fossimo inattaccabili dal virus, la prenderei a schiaffi. L’Argentina è un paese da sempre vicino all’Italia, ma per queste persone è come se l’Italia appartenesse a un altro mondo. Eppure anche la Cina era molto lontana dalla mia Italia. Il mio cuore è argentino ma l’Italia è la mia patria, soffro maledettamente».

RIPRESA DEL CAMPIONATO – Cruz parla inoltre della possibile ripresa dei campionati: «Da uomo di calcio sono in difficoltà. Con questo maledetto coronavirus è come se il tempo si fosse fermato e a questo punto deve riprendere a correre solo dal giorno dopo che sono finiti i contagi. Il campionato può anche riprendere, faccio il tifo che riprenda, ma deve farlo in totale sicurezza, con tutti gli accorgimenti possibili e immaginabili, perché la salute deve essere messa sempre davanti a tutto e a tutti. E’ vero, il sistema calcio può andare in crisi se i campionati non vengono terminati ma il calcio non morirà mai, invece una persona può farlo in un minuto e nessuno poi le restituirà la vita».

IN ITALIA – Cruz vuole tornare in Italia, anche per aiutare la crescita professionale del figlio: «Voglio tornare a vivere in Italia già dal prossimo ano. Ho già parlato on la mia famiglia, voglio portare mio figlio Juan Manuel a giocare in Italia. Ora è nel Banfield in Serie A ma sono già a contatto con un paio di società italiane. Hanno già mandato i loro osservatori anche a vederlo. Ha tutto per sfondare pure in Italia».


Seguici e scarica le nostre APP per restare sempre aggiornato

Google News News Nows Inter News App per Android GRATIS! Inter News App per iOs GRATIS!


tifointer






ALTRE NOTIZIE